I ladri entrano nell’Astanteria. La Regione costretta a sigillare i varchi

L'ultimo furto nella vecchia struttura ospedaliera ha costretto prima la polizia ad intervenire con un blitz e poi la Regione Piemonte a murare l'ingresso aperto. La denuncia è arrivata anche alla circoscrizione Sette

La Regione Piemonte è intervenuta negli scorsi giorni per chiudere l’ennesimo varco aperto dai disperati della città. Ladri e delinquenti, infatti, avevano ripreso possesso dei vecchi locali abbandonati dell'Astanteria Martini. Una banda di delinquenti era riuscita ad aprire un nuovo varco all'altezza di largo Cigna. Grosso quel che tanto che basta per permettere il passaggio di una persona. I residenti che avevano assistito all'irruzione avevano dichiarato senza alcun dubbio di aver visto degli uomini entrare e poi uscire dall'ex struttura ospedaliera. Con in mano tanto di oggetti in rame e in alluminio, porte e vari strumenti. Un furto in piena regola denunciato successivamente anche ai vigili urbani e alla polizia. E proprio le forze dell'ordine hanno effettuato di recente un vero e proprio blitz tra le stanze presenti lungo via Cuneo e via Cigna.

Ma al momento del controllo gli agenti non hanno pescato in fragrante nemmeno una persona. “Noi ogni benedetta sera vediamo delle luci accendersi – dichiarano in coro alcuni residenti della zona -. E temiamo che la situazione possa peggiorare se nessuno chiuderà quell'accesso. I ladri potrebbero tornare e magari prendere di mira le nostre abitazioni. Come per altro è già successo tempo addietro”. Dei progetti in grado di risollevare la struttura oggi non vi è più alcuna traccia. Né dell’idea poliambulatorio né della tanto sbandierata residenza per anziani.

E l'appello del presidente della circoscrizione Sette Emanuele Durante alla Regione Piemonte sembra già esser caduto nel vuoto nonostante mesi e mesi di tentativi. A denunciare i furti avvenuti nell’Astanteria Martini è stato ancora una volta il signor civico della circoscrizione Sette Leonardo Dedda. “La gente del quartiere è davvero molto preoccupata per quello che sta succedendo – dichiara Dedda -. Quel varco aperto su largo Cigna finirà per attirare giorno dopo giorno una marea di senzatetto. Per questo bisognerà blindare il portone ed evitare che l'Astanteria torni nelle mani degli sbandati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Cibo mal conservato e lavoratori "in nero": ristorante chiuso e multato per 39mila euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento