Anatre uccise al parco della Pellerina, un'isoletta le salverà dai cacciatori

La piattaforma è stata posata sull’acqua del lago grande e ancorata al fondo dai volontari della Lac

Uccidevano le anatre e se le mangiavano, lasciando persino teste mozzate sulle sponde del laghetto. Scene terribili e brutali che hanno convinto la Lac a scendere in campo per salvare le anatre che vivono nei laghi della Pellerina.

Almeno 15 i cadaveri ritrovati negli ultimi anni. Per tenere lontane le papere e i cigni dai predatori, spesso di specie umana, i volontari hanno recuperato una vecchia piattaforma del lago di Avigliana in disuso e l’hanno rimessa in attività donandola al parco di corso Regina Margherita.

La piattaforma è stata posata sull’acqua del lago grande e ancorata al fondo dai volontari della Lac, con la collaborazione del Servizio Verde Gestione della Città di Torino e dei sommozzatori dei Vigili del Fuoco. Un intervento durato un’ora, piuttosto impegnativo date le dimensioni dell’isola. Quasi cinque metri per tre.

L’isola, collocata 24 ore fa al centro del lago, dovrebbe tenere in salvo le anatre. I predatori, almeno quelli umani, non riusciranno più a catturarle.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra 3 auto, una vettura in una scarpata: due morti e quattro feriti

  • Carni e pesci in condizioni disastrose nel freezer: denuncia e maxi-multa al titolare di un ristorante

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Uomo ucciso a colpi d'arma da fuoco: assassino armato in fuga nei boschi

  • Aeroporto Torino, Air France lancia il volo per New York a un prezzo stracciato

  • Treno travolge un'auto al passaggio a livello: veicolo trascinato per 50 metri, una persona tra le lamiere

Torna su
TorinoToday è in caricamento