De Tomaso: interrotta la protesta davanti casa Rossignolo

Dopo sei giorni di protesta continua il presidio davanti a casa di Gian Mario Rossigno, patron della De Tomaso, è stato sciolto. Ha tolto le catene anche Giacomo Ricaldone, l'elettricista incatenato al cancello della villa

L'operaio Giacomo Ricaldone, incatenato da lunedì sera al cancello di casa Gian Mario Rossignolo a Moncalieri, ha interrotto la sua protesta. La decisione è stata presa insieme ai colleghi con cui, da sei giorni, presidiava la villa del patron della De Tomaso.

L'interruzione della protesta è arrivata anche in seguito all'incontro con l'assessore regionale Claudia Porchietto, la quale aveva lanciato un appello alla proprietà affinché pagasse almeno una mensilità ai 70 dipendenti che, come Ricaldone, non possono usufruire della cassa integrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Sciopero mezzi pubblici venerdì 24 gennaio: i dettagli

  • Incendio divampa nell'appartamento al nono piano, famiglia con bimbe piccole messa in salvo

Torna su
TorinoToday è in caricamento