Auto finisce contro un albero a bordo strada: ragazza grave in ospedale

Frattura del femore

La Lancia Ypsilon finita contro un albero in frazione Arborea a Verolengo

Paura per una coppia di fidanzati nella tarda serata di ieri, lunedì 2 aprile 2018, in strada Esterna di frazione Arborea di Verolengo. Poco prima di mezzanotte la Lancia Ypsilon su cui viaggiavano è sbandata fuori strada e ha terminato la propria corsa contro un albero sul lato destro della carreggiata. Lo scontro ha evitato che la vettura finisse in un fosso molto ripido e profondo, con guai sicuramente peggiori per i due ragazzi.

Il ragazzo che era alla guida è riuscito a uscire da solo dalla vettura, mentre per la fidanzata, un'italiana di 22 anni residente a Chivasso, è stato necessario l'intervento congiunto di vigili del fuoco, arrivati da Chivasso e Montanaro, e sanitari dell'elisoccorso, atterrato nel vicino campo sportivo di Torrazza Piemonte, in quanto era rimasta incastrata e aveva riportato la frattura del femore. Le delicate manovre di estrazione hanno fatto sì che non riportasse ulteriori danni, dopodiché l'elicottero è volato fino all'ospedale Cto di Torino, dove la giovane si trova tuttora ricoverata. La giovane è in prognosi riservata anche per il grave trauma cranico che ha riportato.

L'incidente è stato rilevato dalla polizia stradale di Chivasso. La strada è rimasta a lungo chiusa per permettere i soccorsi e la rimozione dei veicoli, con conseguenze per il traffico.

ypsilon-albero-arborea-verolengo-180402-2-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Terribile schianto nel sottopasso, ma è la scena della fiction con Raoul Bova

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Maxi-tamponamento in tangenziale: coinvolti cinque veicoli, traffico paralizzato

  • Scossa serale di terremoto: avvertita dalla popolazione, ma nessun danno

Torna su
TorinoToday è in caricamento