Incidente fra tre auto in tangenziale: uno dei conducenti era ubriaco, due feriti in ospedale

Denunciato e patente ritirata

L'Alfa Romeo 147 che ha provocato l'incidente: il conducente era ubriaco

Un ubriaco al volante ha provocato un incidente in tangenziale sud, in cui due persone sono rimaste ferite, a Beinasco, la notte di ieri, domenica 14 aprile 2019.

Intorno alle 5, al km 17+600, in direzione nord Milano-Aosta, si sono scontrate un Alfa Romeo 147 (rimasta completamente distrutta), un'Alfa Romeo Giulietta e una Mercedes. Ad avere la peggio sono stati i due uomini a bordo di quest'ultima auto, un 44enne italiano di Alpignano e un 26enne italiano, che sono stati trasportati in ambulanza all'ospedale Cto di Torino. Le loro condizioni non sono comunque gravi. Illese, invece, le quattro persone a bordo della Giulietta, tutte residenti a Monza.

Illeso anche il conducente della 147, un 26enne italiano di Rubiana, che è stato sottoposto all'alcoltest risultando positivo con valori superiori a 0,8 grammi di alcol per litro di sangue. Il ragazzo è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza dalla polizia stradale di Torino, che ha rilevato l'incidente, e la patente gli è stata immediatamente ritirata.

Potrebbe interessarti

  • Medusa, rimedi anti puntura: gli errori da non commettere mai

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • Spioncino digitale, la tecnologia al servizio della sicurezza

  • Funghi, come raccoglierli in sicurezza

I più letti della settimana

  • Ragazza arriva in ospedale per un trapianto di cuore, ma i medici salvano il suo

  • Tragedia nella caserma degli alpini: militare trovato impiccato alla tromba delle scale

  • Muore otto giorni dopo l'incidente: era troppo debole, non ce l'ha fatta

  • Tragedia nel condominio: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Scontro frontale tra moto e auto: due centauri sbalzati via per diversi metri, sono gravi

  • Marito uccide la moglie con una lima da modellismo, dopo qualche ora si costituisce

Torna su
TorinoToday è in caricamento