Auto sfonda il passaggio a livello del disastro ferroviario, ma questa volta i sistemi di sicurezza funzionano

Conducente fuggito e poi identificato

Il passaggio a livello di Aré (la foto si riferisce al disastro ferroviario dello scorso maggio)

Non c'è pace per il passaggio a livello di Aré di Caluso, già teatro del drammatico disastro ferroviario di fine maggio 2018.

Nella mattinata di ieri, domenica 30 settembre 2018, un'auto in transito ha sfondato la sbarra mentre si stava abbassando per l'arrivo di un convoglio, che è stato fermato proprio perché sono scattati tutti i sistemi di sicurezza. A differenza di quanto accaduto nel disastro, la sbarra si è danneggiata e quindi ha fatto attivare la procedura di allarme.

Il conducente del mezzo, un italiano di 53 anni residente a Candia Canavese, è fuggito dopo l'urto ma è stato identificato dai carabinieri. Verrà denunciato e multato.

L'incidente ha provocato alcuni ritardi tra i 20 e i 40 minuti che hanno riguardato due treni della linea Torino-Ivrea, uno diretto ad Ivrea e l'altro a Torino. Il guasto è stato riparato in mattinata dai tecnici di Rfi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

  • In tribuna allo Stadium, occhiali rotti e ferita allo zigomo per una pallonata

Torna su
TorinoToday è in caricamento