Addio a Mattia, l'economista-comunicatore che aveva conquistato l'Unione Industriale

Morto nell'incidente in moto

Mattia Serafini aveva 36 anni

La comunità dell'Unione Industriale di Torino, quella di Brandizzo, dove risiede la sua famiglia, e un gran numero di amici si preparano a dire addio a Mattia Serafini, 36enne giornalista ed esperto di comunicazione morto nel pomeriggio di venerdì 20 settembre 2019 in un incidente stradale in moto in Alta Provenza (Francia), dove era andato in gita con alcuni amici.

Figlio unico, laureato in economia aziendale e direzione delle imprese, esperto di marketing, giornalista, solo pochi giorni fa aveva festeggiato il restyling del Centro Congressi dell’Unione industriale, progetto in cui si era impegnato molto.

Aveva iniziato all'Unione come stagista ma era diventato presto un punto fermo dell'organizzazione. Si occupava in particolare degli eventi ma anche della gestione dei social networks.

Amava la moto, i viaggi (soprattutto in Medio Oriente) ma anche cucinare. Era un grande appassionato anche di sci. Era tifoso del Torino e anche dell'Auxilium Basket.

Per lo scorso venerdì aveva chiesto un giorno di ferie per poter fare la gita in moto in Francia con i suoi amici. Purtroppo non è più tornato.

I funerali si svolgeranno nei prossimi giorni a Brandizzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

Torna su
TorinoToday è in caricamento