Incidente alle porte di Ivrea, perde la vita un uomo di Chiaverano

Marco Torresan stava andando a lavoro quando la sua Fiat Stilo ha invaso la corsia opposta finendo contro una macchina che arrivava dal senso di marcia opposto. Nell'incidente coinvolta anche una terza vettura

Questa mattina pochi minuti dopo le 8 alle porte di Ivrea si è verificato un grave incidente stradale lungo la ex strada statale 26, al chilometro 29.950 in direzione Ivrea

Marco Torresan, 37enne residente a Chiaverano, ha perso la vita. Lascia una moglie e una bimba piccola.

L'uomo era al volante di una Fiat Stilo ed era diretto come ogni mattina al suo posto di lavoro quando, per cause in corso d'accertamento, avrebbe invaso la corsia per poi scontrarsi frontalmente contro una Fiat Multipla condotta da un 53enne di Strambino, rimasto ferito agli arti inferiori. Lo scontro tra le vetture é stato così violento che il motore della Stilo guidata da Marco Torresan é volato a diversi metri di distanza dal veicolo.

Nell'incidente è stata parzialmente coinvolta anche una terza vettura, una Fiat Punto, il cui conducente è rimasto lievemente ferito. La dinamica del sinistro è al vaglio dei vigili urbani di Ivrea. Sul luogo dell'incidente sono intervenuti anche i carabinieri e i vigili del fuoco. Il traffico é rimasto bloccato a lungo. Soltanto dopo le dieci e mezza le vetture sono state rimosse dalla carreggiata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

Torna su
TorinoToday è in caricamento