Addio a Giuseppe: "Era un gran lavoratore e un pilota esperto"

Morto nell'incidente

Giuseppe Lunardon aveva 62 anni

Forno Canavese piange Giuseppe Lunardon, morto nell'incidente in moto di ieri pomeriggio, giovedì 17 agosto 2017, avvenuto in frazione Crosi, non lontano da dove abitava.

L'uomo, che era artigiano con una piccola impresa di fabbricazione di strutture metalliche e parti assemblate di strutture ("Un gran lavoratore", lo ricordano tutti), era un vero appassionato di due ruote ed era ritenuto un pilota esperto. Partecipava a gare in salita e come passeggero di sidecar in coppia con Paolo Obert.

Faceva parte del Centauro Club di Forno. "Sicuramente è stato abbagliato dal sole. Eera un pilota esperto quindi non credo che abbia commesso un’imprudenza poiché era insieme al figlio. E' stata una tragica fatalità", dice il presidente Orlando Comincioli.

Il figlio 12enne ha passato la notte all'ospedale Regina Margherita, ma le sue condizioni non sono gravi. Ha riportato una piccola frattura delle ossa nasali e una contusione al ginocchio destro. Per lui il trauma maggiore sarà superare la perdita del papà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Esplosione e incendio distruggono la tensostruttura, fiamme nei locali e nube di fumo

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

Torna su
TorinoToday è in caricamento