Addio ad Aldo, lo storico falegname amato da tutta la comunità

Morto nell'incidente vicino casa

Aldo Ajnardi aveva 71 anni: era lo storico falegname di Meana di Susa

Era lo storico falegname di Meana di Susa, conosciuto e benvoluto da tutti. Ora lo piange tutto il paese.

Aldo Ajnardi è morto a 71 anni la sera di martedì 13 marzo 2018 a pochi passi da casa, in via Colle delle Finestre, schiantandosi contro un muro con la sua Renault Clio. Probabilmente è stato colpito da un malore al volante, anche se solo l'autopsia potrà stabilirlo con certezza.

Lascia i due figli adulti Laura, vicesindaca di Meana, e Dario, oltre a un cane che amava moltissimo. La moglie Wilma, invece, se n'è andata per sempre qualche anno fa, anche lei ricordata con affetto da tutti poiché era la titolare di un negozio di alimentari nella zona della Grangia. Sui social networks chi ha conosciuto la famiglia si augura che la coppia adesso possa essersi ricongiunta.

Nella zona sono tanti ad avere accolto in casa il signor Aldo, chi per farsi aggiustare il letto, chi per farsi fare una scala e chi una porta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ajnardi era anche attivissimo proprio sui social networks dove ora viene pianto. Su Facebook, ad esempio, aveva diversi profili e numerosi amici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Pane, olio e altri beni primari con i prezzi gonfiati del 200%: denunciato titolare

  • Coronavirus, Università di Torino: "La carenza di vitamina D può aumentare i rischi di contagio"

  • Il virus si è portato via Franco il Baffo: la cittadina in lacrime per lo storico vigile, politico e sportivo

  • Coronavirus, nuova stretta della Regione: chiusi uffici pubblici e studi professionali fino al 3 aprile

  • Morta Felicita, la mamma di Piero Chiambretti: era positiva al Coronavirus

Torna su
TorinoToday è in caricamento