Il saluto a 'Dodo', rimasto ucciso nell'incidente in moto

Provava il mezzo di un amico

Adolfo Riccio, morto sabato pomeriggio, aveva 33 anni

Per chi lo conosceva bene era semplicemente Dodo. Adolfo Riccio, 33 anni, piccolo imprenditore (aveva una ditta individuale di trasporti) residente ad Alpignano, è morto nel terribile incidente in moto avvenuto nel pomeriggio di sabato 30 marzo 2019 sulla variante alla statale 24 a Pianezza. Riccio stava provando la Kawasaki Ninja di un amico, che gliel'aveva prestata. Era sua intenzione acquistarne una uguale.

Abitava nella cittadina da circa un anno insieme alla fidanzata Lucia. Per un breve periodo aveva vissuto anche a Torino ma sono soprattutto gli amici di Collegno, nel quartiere Oltredora (o Villaggio Dora), di cui era originario, a ricordarlo per le avventure vissute insieme in gioventù. Lì, inoltre, continuano ad abitare i suoi familiari.

Il ricordo di un amico

"La tua faccia da ragazzetto dolce e impestato allo stesso tempo .. si è ficcata prepotente nella mia testa. Tu che zompi tra le scale della palazzina dove siamo cresciuti! Tu che passavi i pomeriggi con me mio fratello a ribaltare tutta la cameretta... Scene da paura x le nostre mamme!!", scrive uno dei suoi amici su Facebook, concludendo con il richiamo che gli faceva sempre. "Dodo, fai il bravo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Esplosione e incendio distruggono la tensostruttura, fiamme nei locali e nube di fumo

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

  • Le "soffia" il parcheggio e lui scende dall'auto, la insulta e le stringe il collo

Torna su
TorinoToday è in caricamento