Scontro tra auto e bici: morto il ciclista, inutili i tentativi di rianimazione

Dinamica ancora non chiarissima

Il luogo dell'incidente

Alle 9 circa di questa mattina, venerdì 29 marzo, in via Verolengo all'angolo con via Gubbio a Torino si è verificato un gravissimo incidente stradale. Mentre pedalava sulla sua bicicletta, Gilberto Guglielmi, torinese di 70 anni residente alle Vallette, è stato urtato da una Nissan Qashqai, condotta da una donna, ed è rovinato a terra. Nonostante i soccorsi, è deceduto sul posto.

Gli Agenti della Squadra Infortunistica del Reparto Radiomobile della Polizia Municipale Torino stanno rilevando il sinistro. A causa dell'incidente si è reso necessario deviare le linee 72 e 72 barrato.

Sia l'autovettura Nissan Qashqai che il ciclista percorrevano via Verolengo verso via Orvieto. Secondo una prima ricostruzione, nei pressi della via Gubbio il ciclista e l'auto venivano a collisione, forse perchè il ciclista potebbe essersi spostato sulla sinistra per svoltare in via Gubbio.

Gli agenti della municipale cercano eventuali testimoni che possono contattare il numero 011-01126510.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Bimba di sette anni morsa da una vipera mentre passeggia con i genitori: è grave

  • Tragedia nel bosco: ragazzina di 16 anni trovata impiccata a un albero

  • "L'abbraccio tricolore" delle Frecce, lo spettacolo nel cielo di Torino: foto e video

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Mascherine obbligatorie questo fine settimana anche all'aperto, ma solo nei centri abitati

Torna su
TorinoToday è in caricamento