Urta una bici facendo cadere una bambina, i suoi parenti reagiscono prendendo a pugni la vettura

Poi la polizia riporta la calma

immagine di repertorio

Parapiglia nella serata di ieri, domenica 28 giugno 2020, in corso Maroncelli angolo via Canelli, dove intorno alle 22 una bimba marocchina di otto anni, che stava passeggiando con i genitori, è stata urtata da un'auto ed è caduta per terra riportando alcune contusioni. È stata trasportata in ambulanza all'ospedale Regina Margherita.

I suoi parenti, tra cui anche il fratello, subito dopo l'accaduto, hanno avvicinato l'auto e l'hanno colpita con pugni e calci. Sul posto, oltre alla pattuglia della polizia locale che ha rilevato l'incidente, sono arrivate anche le volanti della polizia di Stato che hanno riportato la situazione alla calma.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla fine le parti portanno sporgere querela reciprocamente per fare valere le proprie ragioni, ma non c'è stato alcun provvedimento d'ufficio né contro l'automobilista né contro i parenti della bambina ferita. A riportare le conseguenze peggiori, tra l'altro, è stato il fratello della bambina, che si è rotto un dito tirando un pugno contro l'autovettura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uccide la madre a coltellate e poi si toglie la vita gettandosi dal nono piano

  • CAAF Cisl a Torino: sedi, orari, informazioni

  • CAAF Cgil a Torino: sedi, orari, informazioni

  • Il coronavirus si porta via il mago della scientifica a soli 60 anni: polizia in lutto

  • Investe una donna sulle strisce con lo scooter e cade: centauro morto in ospedale

  • Fa il bagno in mare all'alba ma si sente male: giovane torinese perde la vita a Riccione

Torna su
TorinoToday è in caricamento