Panico in corso Vittorio, conducente si schianta contro un cantiere e fugge

Dopo essere passato col rosso, il conducente ha ignorato l'alt della polizia ed è andato a sbattere prima contro un semaforo, poi contro un cantiere di costruzione

Attimi di panico stamane in corso Vittorio Emanuele a causa di un terribile incidente dove il conducente di un auto - che si è dato poi alla fuga - ha travolto parte di un cantiere di costruzione al civico 52.

Lo schianto si è verificato intorno alle ore 9, ora di punta del traffico cittadino. L'uomo, a bordo della sua Opel, stava percorrendo via Nizza quando, a semaforo rosso, ha trasgredito al segnale ed è passato ugualmente. L'episodio non è sfuggito ad un funzionario delle forze dell'ordine che, notata la violazione, ha invitato il conducente ad accostare mediante l'utilizzo della paletta.

L'uomo ha ignorato l'alt del poliziotto ed ha accelerato all'impazzata in direzione di corso Vittorio Emanuele. La velocità era talmente elevata che il conducente non è riuscito a controllare la propria auto: prima ha abbattuto un semaforo e, successivamente, si è schiantato completamente contro un cantiere all'angolo con via Carlo Alberto.

Subito, l'uomo è sceso dall'abitacolo e, tra lo stupore dei presenti, si è dato alla fuga senza lasciare traccia. Sul posto è intervenuta la Polizia Municipale e gli operatori del 118. Fortunatamente, anche se all'interno del cantiere stavano lavorando degli operai, non ci sono feriti.

Le forze dell'ordine stanno dando la caccia al conducente, scomparso nel nulla.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

  • Sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale: a rischio i mezzi GTT

Torna su
TorinoToday è in caricamento