Violento scontro fra due auto: tre persone finiscono in ospedale

Probabile mancato rispetto del rosso

Una delle due vetture rimaste coinvolte nell'incidente

Brutto incidente poco dopo la mezzanotte di oggi, domenica 20 maggio 2018, in via Plava angolo via Faccioli.

A scontrarsi sono state due auto, un'Alfa Romeo Giulietta e una Fiat Punto, che sono rimaste completamente distrutte. Una delle due ha anche finito la sua corsa coricata su un fianco.

Tre persone, un uomo e una donna che viaggiavano sulla Punto e una donna passeggera della Giulietta, sono rimaste ferite e sono state trasportate in ambulanza all'ospedale Cto. Nessuna di loro, comunque, è in pericolo di vita.

Sul posto, oltre alle ambulanze, sono intervenuti gli agenti della polizia locale che indagano sulla dinamica dello scontro, provocato verosimilmente da un mancato rispetto del semaforo rosso.

incidente-via-plava-via-faccioli-180520-2-2

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • No maaa.... Correte pure tranquilli!

  • I soliti truzzoni del sabato sera!!

Notizie di oggi

  • Elezioni regionali piemonte 2019

    Elezioni regionali in Piemonte, la diretta: l'affluenza alle 12 è del 20,6%

  • Elezioni comunali 2019

    Elezioni amministrative, 209 comuni al voto: la diretta e gli aggiornamenti

  • Incidenti stradali

    Perde il controllo della moto sull'asfalto viscido: centauro muore sul colpo

  • Cronaca

    Anziano muore soffocato dal cibo mentre va a votare

I più letti della settimana

  • Più 42 nuovi negozi e 600 addetti: Settimo Cielo è il parco commerciale più grande d’Italia

  • Investita da un’auto mentre attraversa la strada: donna morta

  • Investita all'ultimo mese di gravidanza: caccia al pirata della strada. Poi parto miracoloso in ospedale

  • Perde il controllo della moto sull'asfalto viscido: centauro muore sul colpo

  • Tragedia nell'azienda: morto un giovane ingegnere

  • Scritta "W il Giro e la Fi.." sulla rotonda dove passerà il Giro d'Italia: caccia all'autore

Torna su
TorinoToday è in caricamento