Addio a Giuseppe, il papà con la passione della auto storiche, e alla figlia Nicole

Dopo il violento scontro in autostrada

Giuseppe Pennacchio, 42 anni

Solamente quattro mesi fa aveva festeggiato, assieme a sua moglie Consiglia La Malva, l'arrivo della seconda figlia.

Per Giuseppe Pennacchio, 42enne di Orbassano, quella seconda bambina voleva dire una famiglia ancora più grande, con tanti progetti e sogni da realizzare.

E invece, domenica mattina, 15 settembre 2019, ha trovato la morte assieme a sua figlia Nicole, di sei anni, nell'incidente avvenuto sul raccordo Torino-Pinerolo. Per l'accaduto il conducente dell'altra auto è stato indagato per omicidio stradale.

Giuseppe e Consiglia sono entrambi originari di San Sossio Baronia, piccolo paese in provincia di Avellino. Ma il destino è davvero incredibile, visto che si sono conosciuti a Torino, dove si erano trasferiti in cerca di lavoro. 

Dopo aver conseguito il diploma e aver lavorato in una ditta di termoidraulica di Treviso, Giuseppe aveva coronato il sogno di mettersi in proprio. Poi il matrimonio a San Sossio Baronia, la nascita delle due figlie dopo il trasferimento a Orbassano. 

E fra le tante cose in comune, anche la loro passione per le auto storiche e per le vecchie Mini Cooper, ovvero le auto che stavano usando domenica mattina, mentre erano diretti con le loro figlie ad un raduno a Macello, nel Pinerolese. 

Una passione smisurata per le auto d'epoca, tant'è che in casa Giuseppe e Consiglia custodiscono centinaia di modellini in scala, da collezione. 

La notizia della morte di Giuseppe è arrivata, in poche ore, anche in Campania. Quella terra che è sempre rimasta nel suo cuore, e dove ancora aveva sua madre, che proprio ad agosto era andato a trovare, trascorrendo con lei e la famiglia un periodo di vacanza e di relax. 

Ma anche ad Orbassano, dove nessuno riesce a credere che non ci sia più. E, con lui, la sua adorata figlia Nicole.

I funerali si terranno domani mattina, sabato 21 settembre 2019, alle 10.30, nella chiesa di Santa Maria a Orbassano, in via Gramsci 34. 

Per l'occasione, il sindaco Cinzia Bosso ha proclamato il lutto cittadino, dalle 10.30 alle 12.30. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

  • In tribuna allo Stadium, occhiali rotti e ferita allo zigomo per una pallonata

Torna su
TorinoToday è in caricamento