Coppia uccisa da un albero caduto sull'auto, due indagati

Dirigente regione e proprietario terreno

Miriam Curtaz e Beppe Rosso

Un dirigente dell’amministrazione regionale della Valle d'Aosta e il proprietario del terreno su cui si trovava l’albero crollato sono indagati dalla procura di Aosta con l'accusa di omicidio colposo plurimo per l'incidente, avvenuto il 1 novembre 2018 a Lillianes, in cui persero la vita Giuseppe Rosso e Miriam Curtaz di Villarbasse.

Le indagini, coordinate dal pm Luca Ceccanti e condotte dal Corpo forestale dello Stato, sono state chiuse a metà agosto 2019. Il manager pubblico è accusato di non aver effettuato dovuti controlli e non aver svolto opere adeguate a ridurre l’infiltrazione d’acqua a cui è risultato soggetto l’appezzamento, cosa che avrebbe provocato la marcescenza del castagno.

Il proprietario del terreno, che tra l'altro è anche lui torinese, è accusato di non essersi occupato del terreno ricevuto in eredità, non tenendolo quindi in condizioni di sicurezza. I due ora hanno 20 giorni per essere ascoltati dal pm, che poi avrà facoltà di chiedere il loro rinvio a giudizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Inferno nella notte: bruciano cataste di carta nella ditta, le ceneri volano sui balconi

  • La folle corsa di due carri-attrezzi a 120 km/h: patenti ritirate ai conducenti, multe per 2.700 euro

  • Investita da un'auto impazzita alla fermata del bus, è in condizioni gravi

  • Omicidio-suicidio nella villetta: marito uccide la moglie con un colpo di balestra e poi si toglie la vita

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

Torna su
TorinoToday è in caricamento