Cede la banchina e la cisterna piena di gpl si adagia a bordo strada

Provinciale chiusa per due ore

La cisterna dopo il cedimento della banchina

Disavventura questa mattina, mercoledì 27 novembre 2019, per un autotrasportatore, rimasto con la cisterna piena di gpl in bilico lungo la provinciale che da Pratiglione conduce a Canischio.

Tutto è successo attorno a mezzogiorno. L'uomo si era fermato per dare una mano ad un automobilista, rimasto impantanato nel fango.

Dopo aver accostato il mezzo sul ciglio della strada ed aver iniziato a prestare soccorso all'automobilista, la banchina ha improvvisamente ceduto a causa del peso, con la cisterna che si è adagiata su un fianco.

Immediata la richiesta di soccorsi. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Castellamonte e Ivrea per rimettere in asse la cisterna, anche grazie all'intervento dei cantonieri con una benna. 

La situazione è tornata alla normalità dopo due ore. La strada è stata infatti chiusa al traffico a scopo precauzionale, proprio per il fatto che la cisterna conteneva gpl. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale: a rischio i mezzi GTT

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento