Incidente con il bus del Toro a Trofarello: condannati i pirati della strada

Le sei persone, che avevano rubato un tir di spumante ed erano fuggiti dopo lo schianto, sono stati ritenuti colpevoli dei reati di omicidio colposo, omissione di soccorso e furto pluriaggravato

Il processo si è concluso con 6 condanne, da 4 anni e 10 mesi a 11 anni e mezzo.

La procedura riguardava l'incidente stradale alla barriera di Trofarello dell'ottobre 2011, nel quale persero la vita due giovani torinesi di ritorno dalle vacanze.  Lorenzo Ghedi di 25 anni e Fabio Massimo Pozzo di 31 anni, viaggiavano su una Bmw e stavano rientrando da Rapallo, dove avevano trascorso una giornata al mare.

Nello schianto rimase coinvolto anche il bus che trasportava i calciatori del Torino. Giocatori e dirigenti erano rimasti illesi. A bordo erano tutti presenti (tranne il tecnico Giampiero Ventura) e hanno contribuito, con l'estintore presente a bordo del pullman, a spegnere un principio di incendio della vettura.

Le sei persone, che avevano rubato un tir di spumante ed erano fuggiti dopo lo schianto, sono stati ritenuti colpevoli dei reati di omicidio colposo, omissione di soccorso e furto pluriaggravato. (ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento