Scappa dal Maria Vittoria e si uccide, la procura apre un'inchiesta

La donna ha tentato di uccidersi già prima, ferendosi con un coltello. Ora gli investigatori dovranno capire come abbia fatto a fuggire dall'ospedale in cui era ricoverata

Si è gettata nella tromba delle scale e ha posto fine alla sua vita. Sul suicidio di una donna di 50 anni avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì scorso nel quartiere San Donato, la procura di Torino ha aperto un'inchiesta, al momento senza ipotesi di reato nè indagati.

Troppe le ombre sulla dinamiche che ha portato alla morte della vittima: questa, infatti, avrebbe tentato di togliersi la vita già prima, ferendosi con un coltello e, successivamente, trasportata in ambulanza all'ospedale Maria Vittoria per le cure, sarebbe poi fuggita dal presidio prima di essere chiamata per il traige. Tornata nel palazzo si è uccisa lasciandosi cadere nella tromba delle scale dal quarto piano.

Secondo alcune testimonianze la donna soffriva di una forte depressione causata da alcuni eventi che si erano verificati negli ultimi tempi, la morte di due fratelli e di una cara amica. Su quanto accaduto indaga ora la polizia coordianta dal pm Raffaele Guariniello: i controlli e l'attenzione degli investigatori sono, infatti, volti a capire come abbia fatto la donna a fuggire dall'ospedale e perchè sia stata lasciata sola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Da domani la strada sarà piena di veleno per i vostri cani" e i residenti insorgono sul web

  • Doppia scossa di terremoto a mezz'ora l'una dall'altra: avvertite dalla popolazione

  • Scontro violento fra auto: i vigili del fuoco estraggono due ragazze dalle lamiere

  • Velocità rilevata con autovelox e telelaser: le vie interessate dai possibili controlli

  • Emergenza smog, tornano le limitazioni strutturali dopo la giornata di sciopero

  • Imprigionato nei meccanismi di una mietitrebbia: tragica morte di un agronomo

Torna su
TorinoToday è in caricamento