Incentivi per chi sostituisce l'amianto con i pannelli fotovoltaici

Agevolazioni in Piemonte con Legambiente e Intesa Sanpaolo per chi, bonificando le coperture in eternit, installa un impianto fotovoltaico

L'amianto provoca 4.000 decessi all'anno

In Italia l'eternit continua a mietere vittime, secondo l'Istituto Superiore per la Prevenzione (ISPESL), ogni anno si registrerebbero almeno 4.000 decessi e si stima che il picco di mortalità dei tumori causati dall'amianto arriverà solo nel 2020. Il Piemonte ha inoltre pagato il prezzo di avere sul proprio territorio lo stabilimento italiano della Eternit s.p.a. che ha fatto sì che l'Italia fosse il secondo paese produttore europeo e tra i principali consumatori della fibra killer.

L'amianto si trova ancora in quantità massiccie: secondo stime CNR e Ispsel ci sono ancora 32 milioni di tonnellate di materiale tossico sparse per il Paese, di cui un miliardo circa di metri quadri di coperture in eternit sui tetti. Un problema che va risolto urgentemente ma che riscontra grandi difficoltà dovute alla carenza di finanziamenti per la bonifica e il corretto smaltimento. Per venire incontro a questa esigenza, e trasformare una criticità in un'opportunità, arrivano le agevolazioni previste dal quarto conto energia, entrato in vigore lo scorso primo giugno, che prevede un extra incentivo per chi, bonificando le coperture in eternit, installa un impianto fotovoltaico. Si tratta di 5 centesimi di euro per Kwh prodotto dall'impianto fotovoltaico, per 20 anni, quanto basta per ripagarsi la spesa di bonifica e addirittura guadagnare qualcosa con l'energia prodotta.

A pubblicizzare la possibilità offerta dal conto energia e a dare assistenza ai cittadini che vogliono intraprendere questo percorso, ci pensa Legambiente che, con la campagna “Provincia Eternit Free” punta proprio alla sensibilizzazione e informazione per risolvere l'annoso problema dell'amianto e, allo stesso tempo, favorire lo sviluppo delle fonti rinnovabili. Ciliegina sulla torta, questa mattina a Torino è stato firmato un accordo nazionale tra Legambiente  e Intesa Sanpaolo per promuovere iniziative di sostenibilità ambientale e di risparmio energetico. Partirà proprio dal Piemonte la fase sperimentale di questo progetto: la Banca, da parte sua, oltre a promuovere il progetto presso la propria rete di filiali, metterà a disposizione dei clienti dei prodotti di finanziamento appositamente previsti dal protocollo, volti a sostenere chi decide di sostituire i tetti in eternit con impianti di fotovoltaico.

In Piemonte sono già molti i cittadini che hanno inviato la scheda di interesse della campagna “Provincia Eternit Free” a Legambiente e se tutti questi continueranno il percorso, già oltre 400.000 metri quadri di tetti verranno bonificati e sostituiti con i pannelli fotovoltaici. Chi fosse interessato alla campagna si potrà rivolgere nei prossimi mesi a Legambiente o presso le filiali di Intesa Sanpaolo, ma, avvertono gli esperti, meglio sbrigarsi, il vantaggio è garantito solo fino a quando rimarranno in vigore gli incentivi, dopodichè sarà tutto da riconsiderare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Rapina in farmacia, poi arrivano i parenti del malvivente: 12 volanti per fermarli

  • Cirio firma l'ordinanza: "Da lunedì i supermercati potranno vendere cancelleria"

  • Coronavirus, Università di Torino: "La carenza di vitamina D può aumentare i rischi di contagio"

  • Stanotte torna l'ora legale, lancette in avanti: "Un mix critico col Coronavirus"

  • Coronavirus Piemonte, Icardi: "Test sierologico per dipendenti e ospiti delle case di riposo"

Torna su
TorinoToday è in caricamento