Rivolta e incendio nel centro rimpatri: custodia cautelare in carcere per 14 migranti fermati

Accusati del gesto doloso

Il Cpr di corso Brunelleschi

Custodia cautelare in carcere per 14 migranti, principalmente egiziani, marocchini e tunisini, fermati dalla polizia su decreto del pm Livia Locci dopo l'incendio dello scorso mercoledì 17 ottobre 2018 nel centro di permanenza e rimpatrio (Cpr) di corso Brunelleschi.

Il giudice per le indagini preliminari Ambra Cerabona ha convalidato nel pomeriggio di ieri, lunedì 22 ottobre, il fermo ed emesso il provvedimento. I 14 si trovano quindi tutti nel carcere delle Vallette, dove erano stati trasportati la notte di giovedì 18. Sono tutti accusati di incendio doloso.

I loro avvocati valuteranno eventuali richieste di alleggerimento della misura cautelare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale: a rischio i mezzi GTT

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

Torna su
TorinoToday è in caricamento