Non si placano i roghi nella Vallata: il sindaco chiude la scuola

Il piromane ha cambiato zona d'azione

Non si ferma l’azione del piromane in Valle Orco. Nella notte di venerdì 1 dicembre, i vigili del fuoco, compresi i volontari, e gli uomini dell’Aib hanno cercato in ogni modo di contenere il rogo.

Questa volta, la mano ignota ha agito sul versante opposto rispetto a quello della notte precedente: dalla frazione Salto verso le frazioni Nave e Navetta.

A scopo precauzionale, questa mattina è stata chiusa la scuola di frazione Salto. Altre decisioni potrebbero essere prese nelle prossime ore: stamane, in Municipio, si è tenuto un summit fra il sindaco, Giuseppe Pezzetto, l’Aib e i vigili del fuoco.

Anche in queste ore, sulla zona sta agendo anche un Canadair, che a più riprese ha gettato della schiuma ritardante.

Intanto sono in corso le indagini da parte dei carabinieri della Forestale per cercare di dare un nome e un volto alla persona - o alle persone - che da giorni stanno distruggendo l’area boschiva della Valle Orco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • Benessere psicologico: 5 comportamenti virtuosi per avere una vita più serena

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento