Geografia dell'immigrazione sotto la Mole: 100mila in più in 10 anni

A Falchera, Regio Parco e Barriera di Milano (21,4% nel 2011) è notevole la presenza di cittadini stranieri. La circoscrizione Due (Mirafiori Nord e Santa Rita) si segnala per il rapporto più basso: solo l'8,7%

Cambia a Torino città la geografia dell'immigrazione. La popolazione "autoctona" è calata costantemente mentre gli stranieri a Torino sono aumentati di 100mila unità in dieci anni.

Il tasso di stranieri è passato dall'1,4% della popolazione cittadinoa nel 1990 fino al 14,2% del 2010, per salire ancora e stabilizzarsi  a quota 14,4%.

Se vent'anni fa il Centro città aveva tra i suoi abitanti la maggior percentuale di immigrati residenti (4,2%), ora il quadro è ben diverso. I dati sono forniti dall'Ufficio Statistica del Comune.

Guida la classifica la circoscrizione Sette  - con i quartieri Aurora, Vanchiglia e Madonna del Pilone  -  dove il 21,7% degli abitanti è composta da immigrati stranieri. Una percentuale dieci volte superiore rispetto al dato del 1990 (2,1%).

Anche a Falchera, Regio Parco e Barriera di Milano (21,4% nel 2011) è notevole la presenza di cittadini stranieri. La circoscrizione Due (Mirafiori Nord e Santa Rita) si segnala per il rapporto più basso: solo l'8,7% dei residenti è straniero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Sciopero mezzi pubblici venerdì 24 gennaio: i dettagli

  • Incendio divampa nell'appartamento al nono piano, famiglia con bimbe piccole messa in salvo

Torna su
TorinoToday è in caricamento