Da Torino alla Siria, un terzo foreign fighter dichiara guerra all'Isis

Si chiama Fabrizio Maniero, anarchico legato al centro sociale Barocchio. L'uomo si è unito all'Ypg, la milizia curda del Rojava

Immagine di repertorio

Partito da Torino in direzione Siria per combattere l’Isis. C'è un terzo foreign fighter torinese in lotta allo Stato Islamico.

Si chiama Fabrizio Maniero, anarchico legato al centro sociale Barocchio. L'uomo si è unito all'Ypg, la milizia curda del Rojava, per il riconoscimento "dei diritti delle donne e delle ragazze" nel Medio Oriente.

In questi giorni si trova nella zona di Raqqa, una delle roccaforti dell'Isis, dove sono in corso dei combattimenti.

Maniero, che è stato vicino al movimento No Tav, nel 2016 è stato condannato a tre anni e nove mesi di carcere dalla Corte d'appello di Torino nel maxi-processo per gli scontri del 2011 in Valle di Susa.

Nei mesi scorsi erano emerse le vicende di altri due torinesi uniti all'Ypg: quelle dell'anarchico Paolo Andolina, anche lui vicino al Barocchio, e dell'autonomo Davide Grasso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Giornata mondiale della pizza: ecco dove mangiarla a Torino

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

Torna su
TorinoToday è in caricamento