La Guardia di Finanza di Torino sgomina banda di trafficanti di droga

A capo dell'organizzazione criminale, collegata con la 'ndrangheta, un uomo residente a San Giusto. La cocaina giunta in Calabria, veniva imbarcata su navi in transito dal Brasile e distribuita nel resto d'Italia, anche in Piemonte

Duro colpo alla 'ndrangheta. La Guardia di Finanza di Torino, con un maxiblitz, ha sgominato un'organizzazione di narcotrafficanti italiani che, per conto delle associazioni criminali, importava droga dal Sudamerica. Sono infatti stati sequestrati oltre 415 chili di cocaina purissima che, una volta tagliata e immessa sul mercato al dettaglio, avrebbe fruttato ai criminali circa 35 milioni di euro. 

Ai vertici dell'organizzazione un 57enne di origine calabrese e residente a San Giusto Canavese ma attualmente latitante all'estero. L'uomo, in contatto con produttori e narcotrafficanti sudamericani da un lato e con elementi di spicco della 'ndrangheta operanti in italia dall'altro, è riuscito - insieme alla moglie e i due figli - a organizzare consistenti importazioni di cocaina usando container stivati su navi mercantili, in partenza o in transito dal Brasile.

Le imbarcazioni, dopo aver toccato l'Africa e i porti spagnoli, giungevano nel porto di Gioia Tauro dove alcuni membri dell'organizzazione si occupavano del recupero e della distribuzione verso la Calabria, la Lombardia e il Piemonte, in particolare Volpiano.

Nel corso dell'operazione delle Fiamme Gialle, durante le quali sono state utilizzate anche le unità cinofile, sono stati rinvenuti e sequestrati circa 4 milioni di euro in denaro contante. Il “tesoro” dell’organizzazione era abilmente sotterrato nel giardino della lussuosa villa del "boss" a San Giusto Canavese, insieme a orologi di pregio, gioielli e preziosi, per un valore complessivo di 8 milioni di euro. Quindici le misure di custodia cautelare emesse dal gip di Torino, otto delle quali già eseguite

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bambini investiti da un’auto: 3 finiscono in ospedale

  • Giovane si toglie la vita sparandosi un colpo di pistola

  • Trasporto pubblico locale, domani tram e bus si fermano per 4 ore

  • Tempo libero, cosa fare a Torino e dintorni sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Dal Torinese, il denaro veniva "ripulito" dopo un giro per il mondo: fratelli imprenditori nei guai

  • Nel garage nascosta la merce del noto supermercato: un denunciato

Torna su
TorinoToday è in caricamento