Folgorato mentre pesca nel Savonese: morto capo sinti originario di Ciriè

L'uomo stava utilizzando lenze elettriche. Inutili i soccorsi e la corsa in ospedale

Il torrente Letimbro nel Savonese

La tragedia è successa ieri sulle sponde del torrente Letimbro, in provincia di Savona. L'uomo, Gian Vailatti di 49 anni, capo sinti originario di Ciriè, pescava  nella zona di Castel Sant'Agata - meta di pesca consueta per i sinti che giungono da Torino - insieme ad alcuni parenti, utilizzando delle lenze elettriche che hanno lo scopo di stordire i pesci.

Qualcosa però è andato storto e l'uomo, che è un venditore ambulante e si trovava da quelle parti per trascorrere il Ferragosto in compagnia, è rimasto folgorato: si è spento infatti sull'ambulanza, senza riuscire ad arrivare all'ospedale San Paolo di Savona.

Domani sarà eseguita, sul suo corpo, l'autopsia disposta da Marco Canepa, il medico legale. Secondo le dinamiche sembrerebbe trattarsi di un incidente ma in procura è stato aperto un fascicolo per omicidio colposo. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Matrimonio da favola per Cristina Chiabotto e Marco Roscio: la festa alla Reggia

  • Mancano le autorizzazioni per vendere: chiusa la panetteria del centro commerciale

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Ragazzo di 18 anni si butta dal quarto piano, è gravissimo

  • Addio a Giuseppe, il papà con la passione della auto storiche, e alla figlia Nicole

  • Scomparsa da una settimana: trovata morta nel pomeriggio

Torna su
TorinoToday è in caricamento