Evade dai domiciliari e ruba una webcam, arrestato si finge suo fratello

L’episodio all’8 Gallery di via Nizza. Il ladro, un 21enne, voleva rivendere il prodotto ad un altro negozio

Il furto è stato perpetuato all'8 Gallery

Ruba una webcam e tenta di venderla ad un altro negozio, poi al momento di consegnare i documenti (per nascondere l'evasione dai domiciliari) cerca di farsi passare per il fratello.

L’episodio ieri mattina all’8 Gallery di via Nizza. Un ragazzo ha prima rubato una webcam da Mediaworld, strappando il dispositivo antitaccheggio, poi ha cercato di rivenderla al dipendente di un negozio di videogiochi, situato nello stesso edificio.

Il commesso del negozio ha così chiamato la polizia e gli agenti hanno fermato il ladruncolo, che ha poi ammesso il furto. Ma al momento di andare in Questura l’autore del colpo, privo dei documenti di identità, ha pensato bene di lasciare agli agenti i dati anagrafici del fratello maggiore.

Al 21enne, poi smascherato dalle sue impronte digitali, risultano svariati precedenti di Polizia per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, furto aggravato, possesso di chiavi alterate e frode informatica.

Il giovane, fuggito dagli arresti domiciliari, è stato tratto in arresto per evasione e furto, denunciato per ricettazione e false dichiarazioni sull’identità personale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento