Le rubano il cellulare nel negozio, sale sull’autobus e incontra la ladra

Con l’aiuto di alcuni passanti la donna è riuscita a riavere il telefono 

Immagine di repertorio

Madre e figlia, una giovane che non ha ancora compiuto 14 anni, sono entrate in un negozio in via Nicola Fabrizi mostrandosi interessate all’acquisto di un paio di scarpe e insistendo più volte per ricevere uno sconto. Una volta uscite dal negozio senza aver acquistato nulla, la commessa si è resa conto che il suo cellulare non era più sul bancone dove era stato appoggiato. Nel frattempo le due donne si erano già allontanate anche dalla strada e dalla zona.

Terminato l’orario di lavoro, nella serata di giovedì 29 agosto, la commessa è salita sull’autobus per tornare a casa. Qui ha incontrato le due donne e riconosciuto il suo cellulare che era nelle loro mani. La donna ha chiesto più volte, senza esito, la restituzione del telefono che la minore ha poi nascosto nei suoi indumenti. 

Alla fermata Cibrario/Galvani madre e figlia sono scese dall’autobus e con loro la vittima che ha continuato a pretendere la restituzione del cellulare, chiedendo aiuto anche a dei passanti. Di lì a poco si è formato un capannello di persone e la commessa è tornata in possesso del suo dispositivo. Sul posto sono giunti gli agenti della Squadra Volante, nel frattempo allertati, che hanno tratto in arresto la donna, una rumena 32enne, già gravata da precedenti di polizia.   
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

Torna su
TorinoToday è in caricamento