Furto di cellulare nel negozio di telefonia: rapinatore arrestato davanti alla sorella

Ha minacciato il titolare del negozio, inutile anche l'intervento di un passante

Immagine di repertorio

Il reato è stato commesso il 28 giugno nel punto Vodafone di via Garibaldi a Torino, ma il rapinatore è stato identificato qualche ora dopo e arrestato nella tarda serata del primo luglio, dal personale del Commissariato Centro che l’ha rintracciato mentre stava discutendo animatamente con la sorella. Sottoposto a fermo di indiziato di delitto, l’uomo ha confermato agli agenti di essere l’autore del reato. 

La rapina nel negozio

L’uomo, un italiano di 50 anni con precedenti specifici per reati contro il patrimonio e di fatto senza fissa dimora, è entrato nel negozio del centro città fingendo di essere interessato all’acquisto di un cellulare e chiedendo di visionare diversi modelli. Ad un certo punto ne ha afferrato repentinamente uno e poi è scappato a piedi. Raggiunto dal proprietario del negozio, ha iniziato a minacciarlo affermando di essere malato di AIDS, poi ha gettato a terra alcune sedie di un dehor attirando l’attenzione di un passante che ha tentato di bloccarlo senza riuscirci.

Dopo l'accauduto, il personale della Polizia di Stato del Commissariato Centro, intervenuto sul posto, ha recuperato lo zaino lasciato in strada dall’uomo: all’interno c'erano una siringa e degli effetti personali. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Shopping, 3 tonnellate di vestiti in vendita "al chilo": l'evento per due giorni a Torino

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Marito e moglie investiti da un'auto mentre attraversano la strada

Torna su
TorinoToday è in caricamento