Furbetti del cartellino all'Università: indagine su 13 impiegati

Ma nessun avviso di garanzia

Il Palazzo degli Stemmi di via Po, sede dell'Università

La procura sta valutando la posizione di 13 dipendenti dell'Università, che lavorano nel Palazzo degli Stemmi di via Po 29, che potrebbero essere 'furbetti del cartellino', ossia avere timbrato durante l'orario di servizio per andare a fare altro. La vicenda, tuttavia, è ancora in fase di approfondimento e non è detto che la loro posizione non possa essere alleggerita o addirittura archiviata.

L’amministrazione universitaria ha avuto notizia nel 2016 di una indagine giudiziaria relativa al rilevamento delle presenze, per il periodo compreso tra il 1 luglio 2016 e il 20 dicembre 2016. In questa fase, tuttavia, "non risultano notificati avvisi di garanzia alle/agli interessate/i", precisa l'Università in una nota. "L’amministrazione - aggiunge il testo - sta collaborando attivamente all'istruttoria in corso, fornendo tutti gli elementi utili per fare piena luce sui fatti. L’Ateneo ribadisce fermezza, rigore e severità nell'individuare e sanzionare eventuali comportamenti illegittimi che dovessero emergere, a tutela dell’Ateneo stesso e delle/dei lavoratrici/lavoratori che, con senso di responsabilità e dedizione, svolgono quotidianamente le proprie attività".

L'indagine è condotta dai carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo un giornata di sciopero: possibili disagi

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Le "soffia" il parcheggio e lui scende dall'auto, la insulta e le stringe il collo

Torna su
TorinoToday è in caricamento