Finestra cade e colpisce un'alunna: bimbi spostati in un'altra classe

Preside chiede intervento Comune

Le scuole dell'ex Convitto di via Marconi a Carmagnola

Una bambina di 11 anni è stata colpita da una finestra caduta nella mattinata di ieri, giovedì 14 marzo 2019, in un'aula delle scuole dell'ex Convitto di via Marconi a Carmagnola. Non ha riportato alcun danno ed è stata accompagnata dai genitori all'ospedale San Lorenzo a scopo precauzionale.

Subito dopo l’accaduto la preside, Rosalinda Rambaldi, ha spostato tutti gli alunni in un’altra aula, e ha richiesto un sopralluogo urgente all’ufficio tecnico del Comune. Sul posto è arrivato anche l'assessore Alessandro Cammarata.

Il sindaco di Carmagnola, Ivana Gaveglio, in una nota precisa come "l’incidente sia stato causato dall’errata apertura di una finestra con dispositivo vasistas, che ha comportato il lieve ferimento di una alunna. Il Comune, allertato dalla dirigente scolastica, ha prontamente effettuato un sopralluogo verificando che il serramento in questione risultava perfettamente a norma, integro in ogni sua parte e perfettamente funzionante. Si ritiene quindi che l'incidente occorso all'alunna non sia imputabile a difetto o rottura del serramento. La squadra degli operai comunali è intervenuta verificando il corretto bloccaggio di tutti i meccanismi di sblocco dei serramenti vasistas presenti nella scuola. Si ritiene pertanto che non vi siano responsabilità imputabili al Comune, sotto il profilo manutentivo. L’Amministrazione esprime vicinanza alla famiglia della studentessa coinvolta nell’incidente".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • @f hai pienamente ragione, ma la violenza che vediamo in televisione non è mai stata così. mai visto un insegnante scagliare addosso un libro. come è avvenuto recentemente. cmq io sono convinto che occorre insegnare ai ragazzi il rispetto per le cose e soprattutto il rispetto verso il prossimo. in questo stiamo sbagliando.

  • Windows Svista!

  • Stanco stanco , Hai ragione su tutto, tranne che sugli “scoppoloni” oppure la tirata di orecchie. Ne ho presi tanti, e a casa mio padre mi dava il resto, oggi alla soglia dei 50 capisco che li meritavo , e comunque non arrivavo mai ai livelli dei ragazzini di oggi . Ho due care amiche che insegnano in elementari e medie , mi raccontano di cose da avere paura , fino alle minacce , e cosa ancora più preoccupante è l’appoggio dei genitori...

  • E le scuole dovrebbero essere un posto SICURO per i nostri figli...e non ho nient'altro da aggiungere.

  • questi sono i veri problemi di oggi. i nostri ragazzi sono al sicuro? insegnanti/maestre con la sberla facile, struttura scolastica fatiscente educatori (preti, allenatori, ecc ecc) con il pessimo gusto di "giocare al dottore" per fortuna, al momento, sono pochi ma sempre troppi.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Uomo ucciso con un colpo di pistola alla testa: c'è un fermato

  • Cronaca

    Bustarella da 5mila euro per rilanciare il vecchio centro commerciale: arrestato imprenditore

  • Cronaca

    Scavi nella casa cercando il corpo di Samira, ma nessun ritrovamento

  • Cronaca

    Seminterrato trasformato in serra per la coltivazione della marijuana: due arresti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 15 anni si suicida nel parco: il suo corpo trovato impiccato a un albero

  • Tir sbanda ed esce dalla tangenziale rimanendo su un fianco: carico di carne si rovescia nel fosso

  • Rapina nel supermercato: banditi armati di pistola fuggono col bottino

  • La Dea Bendata "bussa" nella cittadina: vinti 2 milioni di euro con un "Gratta e vinci"

  • Manifestazione in centro città, variano il servizio alcune linee Gtt: i dettagli

  • Intimidazioni e attentati, operazione contro la 'ndrangheta: 16 arresti

Torna su
TorinoToday è in caricamento