Lancio di uova contro Daisy, presi gli aggressori: confessati almeno 7 episodi

La motivazione del gesto sarebbe riconducibile a mera goliardia

Daisy Osakue

Svolta nelle indagini sugli episodi del lancio di uova contro i passanti a Moncalieri. Gli autori del gesto sono stati individuati dai carabinieri e denunciati per lesioni dolose e omissione di soccorso. In particolare hanno un nome e un volto coloro che hanno gettato un uovo contro l'atleta Daisy Osakue ferendola all'occhio nella notte tra il 29 e il 30 luglio.

Chi sono gli auto del gesto

Sono tre ragazzi italiani abitanti a Vinovo, La Loggia e Moncalieri, che hanno utilizzato una Fiat Doblò, intestata al padre di uno di essi. Questa mattina i militari si sono recati a Vinovo presso il luogo dove abita l’intestatario dell’automezzo regolarmente parcheggiato sotto casa e che riportava evidenti striature di residui di uova sulla fiancata destra. Il proprietario è stato accompagnato in caserma dove ha chiarito che l’autovettura veniva sovente utilizzata, soprattutto negli orari serali/notturni, dal figlio 19enne.

La confessione del giovane

Il giovane, alla presenza del difensore di fiducia, ha fornito ampie e circostanziate ammissioni circa i lanci di uova, in tutto almeno 7 in un paio di mesi, nonché i nomi di due complici i quali, convocati anch’essi in caserma, hanno reso piena ammissione delle proprie responsabilità alla presenza dei propri difensori. La motivazione del gesto sarebbe riconducibile a mera goliardia.

Le indagini

Le indagini, di intesa con la Procura della Repubblica di Torino, sono partite immediatamente dopo le prime dichiarazioni della ragazza fornite nell’immediatezza. I militari si sono posti sulle tracce del veicolo che, è emerso dai primi accertamenti, era stato segnalato precedentemente da una cittadina moncalierese la quale, qualche giorno prima, in strada Genova di Moncalieri, era stata vittima di un analogo lancio di uova, senza conseguenze. Nel corso dell’attività info-investigativa, sono state acquisite ulteriori testimonianze di persone che, nei giorni passati, erano state oggetto di lancio di uova. Sono stati acquisiti i filmati di tutti gli esercizi commerciali delle rotabili ove sono avvenuti i fatti e di Corso Roma, luogo dove è stata colpita Daisy, spingendosi anche oltre il territorio di Moncalieri, nei comuni di Cambiano e Trofarello. Dall’analisi delle immagini è emersa, nei giorni e negli orari compatibili con gli “attacchi” denunciati, la presenza di un veicolo Fiat Doblò nei luoghi indicati dai testimoni pertanto, ricostruendo il percorso dell’auto attraverso le immagini visionate, grazie ad alcuni “frame” è stato possibile individuare il numero di targa e risalire al padre dei 19enne.

L'auto dei lanciatori di uova subito dopo aver colpito Daisy

auto dei lanciatori di uova subito dopo aver colpito Daisy-2

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (38)

  • Questa è la dimostrazione pratica di come una importante fetta di simpatizzanti di partiti filorussi (quindi assolutamente non italici) apra la bocca urlando al razzismo ed all'ormai sepolto fascismo, senza alcuna cognizione di causa. Alla pari dei bambini che si fanno i dispetti a scuola.

  • Che infantili

  • ma quelli che mangiano i pomodori dal Marocco, sono razzisti?

  • Se le uova erano nelle mani di un figlio di uno di destra è razzismo. Per fortuna in questo caso trattasi di sinistra, possiamo derubricare a ragazzata. E poi il figliol prodigo (recidivo di altri 7 lanci) vorrebbe chiedere scusa, ovviamento DOPO che è stato beccato di quei cattivoni di carabinieri

  • E che noia , ma se fosse stata una ragazza italiana ad essere vittima di questi personaggi si sarebbe fatto tutto questo cinema ?? Per la povera Pamela non vi è stato tutto questo can can mediatico .

  • come volevasi dimostrare in questo paese si urla al RAZZISMO, parola ormai assolutamente inflazionata, al primo episodio per creare clamore...clamore che non hanno le migliaia di episodi che subiscono i cittadini italiani dagli immigrati. Ormai dalle istituzioni e dai media siamo considerati cittadini di serie B. Per questo caso si è mobilitato il mondo di una certa politica e addirittura il presidente della repubblica. La malcapitata ha subito approfittato dell'episodio per fare il solito vittimismo strumentale che tanto piace ad una certa area. Poi si scopre che questi imbecilli di strada erano soliti fare queste pirlate ma che nessuno aveva mai mosso un dito. Appena poi capita a qualcuno di particolare entrano in campo pure i servizi segreti e l'FBI. Se avessi presentato io una denuncia simile, senza tutto questo clamore mediatico, mi avrebbero risposto "le faremo sapere..."

  • E il bello e che pure la ragazza colpita asseriva che fosse razzismo,sono felice che non lo sia,e le auguro una pronta guarigione e di tornare presto a vincere e gareggiare... mentre per i lanciatori gli auguro di crescere e quando si annoiano di sbattere la testa al muro.. tra l’altro volevo dire ai nostri cari amici del Pd, che uno dei ragazzi e’ il figlio di un consigliere REGIONALE DEL PD.. commentate ora cari sinistroidi

  • E uno dei ragazzi è figlio di un consigliere PD...

  • chi non ha lanciato almeno un uovo alla crocetta da giovane scagli la prima pietra

  • oramai non scappa piu' nessuno percio' se rubate sappiate che vi prendono se per 7 uova si e' mossa tutta la criminal pol figuriamoci per una rapina... strano pero' scappano sempre mah

  • un caso nazionale per dei lanci di uova. Si sono dimenticati di parlare di quanto successo a Ferrara dove bande armate di nigeriani si sono affrontate nelle strade della città per 3giorni procurando il panico generale- A battipaglia un africano tenta di violentare una tredicenne e picchia il cuginetto di 12 anni intervenuto per difenderla. ed il caso si lodi dove un marocchino ha tentato di investire un agente di polizia che gli aveva intimato l'alt ad un posto di blocco. Ma che rilevanza hanno certi eventi di fronte al lancio di un uovo nell'occhio di una ragazza di colore?

  • io l'avevo detto che secondo me era un gruppetto di 20enni stupidi, ma i TG immondizia dovevano cavalcare l'antisalvinismo a tutti i costi

  • Avatar anonimo di Obiettivo Marco
    Obiettivo Marco

    E tanti cari saluti al RAZZISMO chiamato in causa da TUTTI i quotidiani nazionali, fino a far intervenire il presidente del consiglio e Mattarella... Ma il meccanismo automatico di certi politici fasulli fa subito scattare l'allarme per qualche tipo di interesse che BEN PRESTO scopriremo integralmente quale sia...

  • Sono felice che li abbiamo trovati.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Tensione al Centro di permanenza, materassi dati alle fiamme: un agente intossicato

  • Cronaca

    Finto carabiniere rapina una prostituta: le colleghe lo linciano e lo fanno arrestare

  • Cronaca

    Ladro senza fissa dimora scavalca per tornare in caserma: voleva un pasto caldo

  • Video

    Ivan ha sconfitto due tumori ed è tornato a bordo della sua canoa sul Po: la storia

I più letti della settimana

  • Incidente a Rivoli, morto anche il conducente dell'Harley Davidson

  • Morto il comandante della municipale: soffocato da un boccone di cibo

  • Scontro tra tre mezzi, un'auto finisce ribaltata: morta una donna

  • Coppia di genitori aggrediti con calci e pugni davanti alla scuola dei figli

  • Scontro in tangenziale tra tre auto e un camion: tre feriti

  • Violentata dopo la notte in un locale: arrestato lo stupratore

Torna su
TorinoToday è in caricamento