Finisce l’incubo, il bambino “rapito” dal padre rientra con la mamma

Tutta la famiglia Costanza è atterrata in Italia. I primi sono stati la mamma con il piccolo Matteo, solo successivamente il papà Enzo. Quest’ultimo è ancora indagato per sottrazione di minore dalla Procura

È rientrata in Italia tutta la famiglia Costanza. Le ore di preoccupazione e di ansia vissute la scorsa settimana quando Enzo, impiegato di 39 anni, era fuggito dall'Italia con il figlio nato da appena due settimane, è ormai un ricordo. Il piccolo Matteo da due giorni è con la mamma Stefania e sono stati loro due a fare per primi il rientro a casa. Stanno entrambi bene e sono state poche le parole dette dalla donna appena atterrata: “Contenta che tutto sia finito per il meglio, ma sono stanca - ha detto -, voglio solo tornare a casa e ricominciare a vivere”.

In serata è rientrato in Italia anche il trentanovenne, accompagnato dai carabinieri che per quattro giorni lo hanno cercato insieme alle forze dell'ordine francesi e spagnole. Prima arrestato e poi scarcerato dal giudice iberico, Enzo Costanza dovrà ora essere giudicato dalla magistratura italiana e in particolare dovrà rispondere di sottrazione di minore, reato per cui indagato dalla procura di Torino che giovedì scorso aveva aperto un fascicolo al riguardo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Cibo mal conservato e lavoratori "in nero": ristorante chiuso e multato per 39mila euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento