Marito, moglie e due figlie in mezzo ad una strada "Qualcuno ci aiuti"

Una famiglia sfrattata da via Oslavia lancia un appello per avere una casa popolare. Nell'attesa i quattro dormono dove capita, dagli amici o per strada

In mezzo ad una strada a causa di uno sfratto. La crisi non sta risparmiando quasi nessuno, l’ultima vittima è una famiglia torinese residente fino ad un anno e mezzo fa in via Oslavia. Fino a quando le cose non hanno cominciato a girare per il verso sbagliato. Così Fabrizio Berardino, sua moglie Marianna e le due figlie, la più grande di 7 anni e la più piccola di un anno e mezzo, si sono visti catapultare in un’altra realtà, ricca di disagi. I guai sono cominciati due anni fa. A farne le spese per primo è stato Fabrizio. L’uomo,un ex idraulico, ha perso la sua mansione a causa di un infortunio al piede destro. Un infortunio patito sul luogo di lavoro.

Senza uno stipendio portare a casa la pagnotta è diventato sempre più difficile. Lo sa bene anche la moglie Marianna che da mesi si arrangia con dei lavori saltuari. Qualche ora di qua, qualche ora di là. Almeno per incassare qualche euro utile per comprare del cibo per tutta la famiglia. Non bastasse quanto appena raccontaro il problema più grosso è stato quello di trovare un’ospitalità  Ad aiutarli fino ad oggi ci hanno pensato solo gli amici di sempre. “Ma ovviamente non potevamo e non possiamo stabilizzarci da qualche parte - racconta Fabrizio -. Senza un’occupazione continuiamo a girare come delle trottole, con la valigia sempre in mano.

La coppia, come succede spesso in questi casi, ha anche fatto domanda per avere una casa popolare partecipando al bando dello scorso anno. “Ci hanno detto che dobbiamo aspettare fino alla prossima primavera – continua l’uomo -. Ma noi non sappiamo più dove andare, i miei amici non possono ospitarmi sempre e alcune volte ci è già capitato di dormire guardando le stelle”. La bambina di 7 anni rischia di non poter essere iscritta al secondo anno delle scuole elementari, proprio perché non risulta esserci una residenza. Chi volesse aiutare Fabrizio e la sua famiglia può chiamare il numero di telefono 345-1234714.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (39)

  • Oggi è la mia situazione come la loro . sfrattati e senza una casa, in giro qua e la con un figlio di 11 anni. Il comune di torino non ci da' una casa perche' non arriviamo a 11 punti(limite minimo per entrare in graduatoria) abbiamo solo 6 punti (reddito+sfratto). nessuno ci aiuta tra le istituzioni. siamo ospiti da meta' agosto da parenti ma ancora per pochi giorni. Io sono disoccupato ed ho esperienza come guardia non armata e nella metalmeccanica, chiedo solo un lavoro ed una casa al comune di Torino.

  • io sono nella stessa situazione ho lo sfratto, sono rimasta senza lavoro sia io e che il mio compagno , non possiamo pagare più niente, viviamo grazie all'aiuto di mio papa ma senza di lui saremmo senza mangiare come fare , dove andiamo a vivere in mezzo alla strada? se qualcuno ci potrebbe aiutare a trovare anche un lavoro almeno per poter riuscire a trovare un buco per poter dormire !!!!! non chiedo tanto ma la dignita di avere una vita decente e senza piangere tutti i giorni. ho bisogno di un lavoro lascio mio recapito se qualcuno conosce anche per fare delle pulizie io sono disponibile, ho esperienza in vari settori, grazie in anticipo simona 3486184770.

  • GRANDE Daniela!

  • SW e la famigliola è disponibile a trasferirsi in provincia di Cuneo una casa io la presto loro per tutto il tempo necessario . Non voglio affitto. Solo che si paghino le spese. Chiamatemi Daniela 3477112426

  • Avatar anonimo di Sergiof
    Sergiof

    Leggo e leggo, ma nessun atto. Mi ripeto: nessuna associazione ha fatto qualcosa? Ditemi qualcosa _(nomi ecc.). Poi vediamo o con soldi o con aiuto a trovare un lavoro o una casa.

  • Avatar anonimo di Paolo zancanella
    Paolo zancanella

    Solo se l Italia fosse unica dal NORD al SUD la crisi potrebbe anche diminuire e molte persone avrebbero la possibilità di avere cibo e un tetto. Non è una regola certa ma sicuramente un dolore provato da tutti lo ascolteresti di più.

  • Avatar anonimo di SergioF
    SergioF

    Sono stato "bidonato" nel passato, ma questi mi paiono veri bisognosi. Nella loro zona non c'é una parrocchia, un sindacato, un'associazione che si sia mossa per fare qualcosa? Dopo la risposta, mi muoverò

  • Avatar anonimo di alessandro
    alessandro

    ho diffuso la notizia su fb. smettetela di fare i razzisti. in passato mi è successo di ospitare dei senzatetto e mi sono sentito dire da dei cattolici praticanti che erano zozzi e potevano anche morire. meravigliarsi della vita e di quante possibilità ognuno ha, a volte anche grazie ad un aiuto. e ora tocca a noi.

  • Avatar anonimo di G.Carlo
    G.Carlo

    mi spiace veramente per questa famiglia. Io ho perso il lavoro 3 anni fa. Vivo in un paesino in Sardegna, e sono tre anni che non pago affitto. la padrona di casa ci vuole buttare fuori, ma noi ci siamo chiusi in casa. anche noi abbiamo fatto richiesta per una casa, ma sappiamo come funziona l'Italia. sopravviviamo grazie a mia suocera che ci porta da mangiare. questa situazione ha portato alla separazione tra me e la moglie, e ho deciso di cambiare vita andando allo sbaraglio all'estero. mi spiace per i miei due figli che voglio un mondo di bene. vi giuro che se potessi, andrei personalmente a sparare uno ad uno tutti i politici. cosa e la pazzia e irrazionalita? quello che ci porta la maffia...ops scusate, volevo dire il governo.

  • Avatar anonimo di mariangela
    mariangela

    Se volete aiutarli c'è il numero alla fine dell'articolo...!!!!

  • Avatar anonimo di erika fornero
    erika fornero

    a me piacerebbe regalare a questa famiglia una spesa.io ho un negozio di frutta e verdura in via dante di nanni 17/a.chiedo a tutte le persone che potrebbero conoscerla di avvertirla. non è molto, anzi non è nulla, però è tutto ciò che posso offrire,. e quel poco che posso dare preferisco darlo a gente così e non a persone che invece lo stato difende con le unghie, che secondo me nemmeno ci dovrebbero essere in italia. è pieno di gente VICINO a noi che ha bisogno, senza andare a fare i grandiosi agli occhi di persone di altri continenti...

  • Chi mi sa rispondere con quale criterio vengono assegnate le case popolari a chi ne ha bisogno?

  • Avatar anonimo di sognografica
    sognografica

    Presto o tardi purtroppo le famiglie italiane faranno la stessa fine e la colpa è anche nostra di noi cittadini italiani perchè seguitiamo a stare zitti e continuviamo a non fare nulla......tanto ogniuno pensa per se.....si preferisce girarsi dall'altra parte e dire a se stessi: "AH....TANTO A ME NON SUCCEDERA' MAI!!!!"Quanto menefreghismo vedo ogni giorno.....sono schifata di tutto....

  • Avatar anonimo di Jimmyricano
    Jimmyricano

    Mi giochero` quei numeri per la lotteria di domani sera,,se saranno vincenti donero'  a loro non minimo del 20% della somma ricavata,,[1/ 175,000,000]  di probabilita` ,,un miracolo.Amen [ 3-34-51-23-47-14] saluti dagli USA,bye bye,good luck!!

  • Avatar anonimo di daniele
    daniele

    come posso fare x mandargli dei soldi con la certezza che vadano proprio a loro e non sia una bufala?

  • ERRORE esibire il disagio dei piccoli. Appena notiziati i servizi sociali, scatterà la segnalazione al tribunale dei minori. Seguirà "automaticamente" l'ordinanza di mettere in "protezione" i minori che verranno affidati al comune che li invierà in comunità. Non esiste la protezione della famiglia anzi verrà inserita nel tritacarne giudiziario (essere poveri è di fatto una colpa). Gli adulti dovranno arrangiarsi, per loro non sono previsti fondi . Fa riflettere il fatto che due ragazzi in comunità costano al Comune (a noi contribuenti) circa € 8000 (euro ottomila) al mese mentre con un migliaio di euro al mese si potrebbe "proteggere" l'intera famiglia senza invece smembrarla. Cosa ci starebbero a fare allora le 62 comunità iscritte nell'elenco regionale solo per il comune di Torino?

  • Avatar anonimo di Massimiliano
    Massimiliano

    Però danno le villette ai zingari!! che schifo! lo stato italiano pensa ai zingari, agli immigrati....ma a noi italiani chi pensa? Ah! no è vero lo stato italiano pensa anche a noi italiani ma.......solo per pagare le tasse!!

  • Avatar anonimo di D.
    D.

    Anche se molti penseranno (i soliti tanto) ecco la frase fatta... beh... se erano stranieri... immigrati clandestini... tra aiuti vari, centri accoglienza e chi ne ha piu ne metta..... E NOI CI DOBBIAMO PURE PREOCCUPARE DI ISTITUIRE E MANTENERE UN MINISTERO DELL'INTEGRAZIONE....

  • Avatar anonimo di antonio
    antonio

    biua

  • Avatar anonimo di F.
    F.

    Aiutiamoli!

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Tir sbanda ed esce dalla tangenziale rimanendo su un fianco: carico di carne si rovescia nel fosso

  • Cronaca

    Uccisero un giardiniere per errore: chieste due condanne a 30 anni di carcere

  • Cronaca

    Cadavere avvistato nel fiume, difficili le operazioni di recupero

  • Cronaca

    Il suo cane abbaia troppo, i vicini chiamano i carabinieri ma lei li aggredisce: arrestata prostituta

I più letti della settimana

  • Ragazza di 15 anni si suicida nel parco: il suo corpo trovato impiccato a un albero

  • Daniele è stato ritrovato: un telespettatore chiama la trasmissione televisiva

  • Impresa Champions, Ronaldo festeggia al ristorante: per lui un'ovazione da star

  • Rapina nel supermercato: banditi armati di pistola fuggono col bottino

  • Accoltella il vicino di casa al culmine di una lite su questioni condominiali: arrestato

  • Intimidazioni e attentati, operazione contro la 'ndrangheta: 16 arresti

Torna su
TorinoToday è in caricamento