Esplosioni ripetute ed esalazioni di acido nell'aria: allarme nella ditta

Cause da accertare

L'intervento dei vigili del fuoco nella ditta A2A di Robassomero

Esplosioni ripetute a partire dalla tarda mattinata di oggi, sabato 13 luglio 2019, nello stabilimento della A2A di corso Kennedy a Robassomero, gestito dalla società Sed.

Nell'azienda, che gestisce lo stoccaggio e il ricondizionamento di rifiuti pericolosi industriali, si è verificata anche una perdita di acido cloridrico, andato in ebollizione per cause da accertare.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco per mettere in sicurezza, i tecnici dell'Arpa Piemonte (per monitorare la qualità dell'aria), i sanitari del 118 e i carabinieri della stazione di Fiano.

Non si sono verificati feriti o intossicati. La gente, però, è stata mantenuta a distanza di sicurezza.

I risultati delle analisi dell'aria

"Le analisi dell'aria (Cov e cloro) - dicono dall'Arpa - fatte con stazioni portatili nelle zone limitrofe dall'azienda non hanno rilevato parametri superamenti sopra la rilevabilità strumentale. I tecnici continuano il monitoraggio post esplosione per la messa in sicurezza delle cisterne interessate dall'esplosione e torneranno in settimana per ulteriori accertamenti".

Potrebbe interessarti

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • I pericoli in mare e in piscina: l’acqua alta e la congestione

  • Pancia gonfia, cause e rimedi per combatterla

  • Peperoncino: tutti i rimedi al bruciore

I più letti della settimana

  • Ragazza arriva in ospedale per un trapianto di cuore, ma i medici salvano il suo

  • Tragedia nel condominio: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Scontro frontale tra moto e auto: due centauri sbalzati via per diversi metri, sono gravi

  • Marito uccide la moglie con una lima da modellismo, dopo qualche ora si costituisce

  • Rimane appesa alla ringhiera del balcone poi cade nel vuoto: ragazza in gravi condizioni

  • Viene travolta da un'auto mentre attraversa la strada: è grave in ospedale

Torna su
TorinoToday è in caricamento