Esplosione alla Ferrero di Alba, morto uno dei due operai rimasti feriti

Il 49enne monregalese era ricoverato al Cto dal 31 gennaio

Immagine di repertorio

È morto questa mattina, sabato 11 febbraio, al Cto di Torino l'operaio monregalese rimasto gravemente ustionato a seguito dell'esplosione alla Ferrero di Alba. L'operaio, 49 anni, originario di Roccaforte Mondovì (Cn) non ce l’ha fatta.

Era un elettricista dipendente della “Giordano spa” di Boves e stava lavorando alla Ferrero di Alba martedì 31 gennaio quando è avvenuta l’esplosione intorno alle 14 del pomeriggio. A seguito dell’incidente riportò ferite su oltre l’80% del corpo.

Le sue condizioni erano apparse fin da subito disperate. L'incidente aveva coinvolto anche un altro operaio 43enne, di Peveragno (Cn), che si è salvato ed ha riportato ustioni sul 10% del corpo, alle mani e al volto.

Entrambi gli operai erano rimasti ustionati per un’improvvisa fiammata proveniente da un impianto su cui stavano lavorando. I due stavano effettuando un intervento di manutenzione in una cabina elettrica tra il reparto della Nutella e quello dei Ferrero Rocher.

 
 

Potrebbe interessarti

  • Medusa, rimedi anti puntura: gli errori da non commettere mai

  • La salute prima delle vacanze, boom di check-up al Koelliker

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • Spioncino digitale, la tecnologia al servizio della sicurezza

I più letti della settimana

  • Ragazza arriva in ospedale per un trapianto di cuore, ma i medici salvano il suo

  • Tragedia nella caserma degli alpini: militare trovato impiccato alla tromba delle scale

  • Muore otto giorni dopo l'incidente: era troppo debole, non ce l'ha fatta

  • Seconda giornata di maltempo: la tromba d'aria si sposta, altri danni

  • Due auto e una moto si scontrano: feriti i tre conducenti, strada chiusa

  • Viene travolta da un'auto mentre attraversa la strada: è grave in ospedale

Torna su
TorinoToday è in caricamento