Visite sportive “in nero”, evasione fiscale per 570.000 euro: denunciati due medici

Immagine di repertorio

Al momento di rilasciare i certificati medici, per attività sportiva agonistica, non emettevano le ricevute fiscali e di conseguenza non dichiaravano i loro compensi all’Erario. 

I Finanzieri della Tenenza di Lanzo Torinese hanno ricostruito il giro dei certificati sportivi rilasciati annualmente dai due dottori,accertando un’evasione fiscale per oltre 570.000 euro. La ricevuta fiscale per la prestazione resa è obbligatoria e dovrebbe essere certificata su moduli numerati predisposti dall’A.S.L.

Per uno dei due, inoltre, è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica di Ivrea. Dovrà spiegare ai Magistrati l’utilizzazione di fatture per operazioni inesistenti che venivano emesse da un altro studio medico; il medico, come hanno ricostruito i Finanzieri, ha stipulato con lo studio compiacente un finto contratto di noleggio, a prezzi esorbitanti, di attrezzatura medica. Il tutto finalizzato a “gonfiare” i costi e quindi a pagare meno tasse. Entrambi sono stati denunciati alla Autorità Giudiziaria eporediese per i reati fiscali. 
 

Potrebbe interessarti

  • Pesche alla piemontese: un dolce estivo, leggero, veloce e facile da preparare

  • Il Farò di San Giovanni, speriamo che la pira caschi dalla parte giusta!

  • Il gelato secondo i torinesi: dibattito aperto alla ricerca della gelateria preferita

  • Le migliori vinerie: dove comprare il vino sfuso a Torino

I più letti della settimana

  • Il destino è stato più veloce di Luigi, che era appena diventato papà di una bambina

  • Morto in casa da giorni, i suoi cani sbranano il corpo

  • Tragedia nel cortile: bimba piccola investita dall'auto della mamma, morta

  • Alimenti putrefatti, blatte, scarafaggi ed escrementi: chiuso il panificio-pasticceria

  • Meteo: addio ai temporali, arriva il super caldo

  • Cade con la moto e sbatte la testa contro il marciapiedi, ragazzo morto

Torna su
TorinoToday è in caricamento