Visite sportive “in nero”, evasione fiscale per 570.000 euro: denunciati due medici

Immagine di repertorio

Al momento di rilasciare i certificati medici, per attività sportiva agonistica, non emettevano le ricevute fiscali e di conseguenza non dichiaravano i loro compensi all’Erario. 

I Finanzieri della Tenenza di Lanzo Torinese hanno ricostruito il giro dei certificati sportivi rilasciati annualmente dai due dottori,accertando un’evasione fiscale per oltre 570.000 euro. La ricevuta fiscale per la prestazione resa è obbligatoria e dovrebbe essere certificata su moduli numerati predisposti dall’A.S.L.

Per uno dei due, inoltre, è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica di Ivrea. Dovrà spiegare ai Magistrati l’utilizzazione di fatture per operazioni inesistenti che venivano emesse da un altro studio medico; il medico, come hanno ricostruito i Finanzieri, ha stipulato con lo studio compiacente un finto contratto di noleggio, a prezzi esorbitanti, di attrezzatura medica. Il tutto finalizzato a “gonfiare” i costi e quindi a pagare meno tasse. Entrambi sono stati denunciati alla Autorità Giudiziaria eporediese per i reati fiscali. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane si toglie la vita sparandosi un colpo di pistola

  • Carni e pesci in condizioni disastrose nel freezer: denuncia e maxi-multa al titolare di un ristorante

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Aeroporto Torino, Air France lancia il volo per New York a un prezzo stracciato

  • Treno travolge un'auto al passaggio a livello: veicolo trascinato per 50 metri, una persona tra le lamiere

  • Brutto incidente in tangenziale: quattro veicoli coinvolti, due feriti, circolazione paralizzata

Torna su
TorinoToday è in caricamento