Emergenza caldo, il piano del comune per l'estate 2011

Parte il prgetto "Emergenza caldo" messo a punto dalla Città di Torino, in collaborazione con le Asl, per proteggere i cittadini dalle alte temperature estive

Le alte temperature delle ultime estati hanno portato la Città di Torino, in collaborazione con le Asl, a promuovere alcuni progetti per prevenire i danni alla salute che le alte temperature potrebbero causare, soprattutto nelle persone più anziane.
Le principali attività messe in campo per contrastare il fenomeno delle ondate di calore sono le seguenti:

- Informare coloro che si occupano delle persone anziane a vario titolo: i Presidi per gli anziani, gli Operatori sociali, le Organizzazioni del Terzo settore che forniscono servizi di domiciliarità, le Agenzie per il lavoro che operano nella domiciliarità attraverso il Bollettino delle ondate di calore redatto dall¡¯ARPA (Agenzia Regionale Protezione Ambientale), per consentire una conoscenza anticipata di stati di emergenza

- Invio di elenchi, predisposti dal Servizio Epidemiologia dell'ASL 3, ai Distretti Sanitari delle ASL comprendenti nominativi di anziani cosiddetti fragili (criterio dell' età oltre i 75 anni e la presenza di specifiche patologie Tali report, sulla base di un filtro operato dai Medici di Medicina Generale, sono inviati ai Servizi Sociali delle Circoscrizioni per l'individuazione di un target di persone anziane fragili.
I criteri per definire un livello di attenzione, sono l'età avanzata (75 anni o più), la solitudine, l'autonomia e lo stato di salute e la disponibilit¨¤ o meno di un caregiver

Per sostenere queste persone e mettere in campo sistemi di sorveglianza e aiuto, in relazione alla gravità della condizione socio sanitaria, si attuano le seguenti iniziative:

- Eventuali nuove prestazioni di Assistenza Domiciliare Programmata (ADP) a cura dei Medici di Medicina Generale o modifica di quelle già in atto per il monitoraggio più frequente delle situazioni di fragilità clinica

- Nelle giornate festive e prefestive segnalazione dei soggetti ad alto rischio alla Guardia Medica mediante trasmissione di scheda concordata.
Alcune Residenze Assistenziali e Sanitarie-Assistenziali garantiscono posti letto disponibili per situazioni di emergenza.

- Interventi di prevenzione e sostegno proposti dalle Organizzazioni di Volontariato presenti nelle Circoscrizioni cittadine per potenziare i piani già attivi di Domiciliarità Leggera. Per tale attività è prevista una sponsorizzazione dalla Telecom Italia S.p.A. che effettuerà un rimborso spese per le organizzazioni di volontariato che si attiveranno in telefonate di compagnia, in aiuti nelle commissioni, in visite ed incontri per alleviare stati di solitudine.

- E'stato utilizzato il Bando Reciproca solidarietà e lavoro accessorio, promosso dalla Compagnia di San Paolo e dalla Divisione Lavoro della Città, con la disponibilit¨¤ di alcune Associazioni coinvolte nel Servizio Aiuto Anziani (ADA, ANTEAS, AUSER, SEA ITALIA). Gli interventi attivati garantiscono continuità ed assiduità di presenza e monitoraggio presso il domicilio delle persone anziane più fragili. Il progetto trascina con sè inoltre l'obiettivo collaterale e la volontà di rinforzare il senso di comunità e l'appartenenza ad essa attraverso proposte lavorative che incidano sul benessere collettivo attraverso la cura di beni collettivi o di soggetti in difficoltà. Questa attività curata, nella fase operativa, dagli operatori sociali dei Servizi Sociali delle Circoscrizioni.

- Il Servizio Aiuto Anziani, presente nella Città da più´ di 10 anni, attraverso operatori che rispondono ad un call center attivo dal luned¨¬ alla domenica e con orario 9 ¨- 17 (numero di telefono 011 8123131 - nelle altre fasce orarie il numero girato alla Polizia Municipale), in grado, in particolare in questo periodo dell'anno, di essere punto di riferimento per anziani in difficoltà, talvolta vittime di raggiri e violenza e, qualora necessario, di indirizzare/accompagnare la persona anziana disorientata alle risorse del territorio circoscrizionale sopradescritte.

Infine è distribuito in città materiale informativo (locandine, pieghevoli) rivolto alle persone anziane e ai loro familiari e curato dalla Regione Piemonte con distribuzione su tutto il territorio regionale interessato alle ondate di calore, che contiene consigli e raccomandazioni sui comportamenti da attuarsi in situazione di temperature ambientali anormalmente elevate e riportante, nella versione torinese, i recapiti del Servizio Aiuto Anziani.

(COMUNE DI TORINO)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra 3 auto, una vettura in una scarpata: due morti e quattro feriti

  • Carni e pesci in condizioni disastrose nel freezer: denuncia e maxi-multa al titolare di un ristorante

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Uomo ucciso a colpi d'arma da fuoco: assassino armato in fuga nei boschi

  • Aeroporto Torino, Air France lancia il volo per New York a un prezzo stracciato

  • Treno travolge un'auto al passaggio a livello: veicolo trascinato per 50 metri, una persona tra le lamiere

Torna su
TorinoToday è in caricamento