Ladro di corrente elettrica per coltivare marijuana, arrestato

Fulminea operazione antidroga a Villar Focchiardo. Un elettricista di 52 anni è stato colto in flagranza di reato

La serra casalinga a Villar Focchiardo

52 anni, elettricista, ma rimane senza lavoro e decide di dedicarsi alla coltivazione e spaccio di stupefacenti.

Abbinando le sue capacità di elettricista con le informazioni trovate su internet costruisce, all’interno della sua abitazione a Villar Focchiardo, una serra per la produzione e la coltivazione della marijuana con ambienti coibentati, lampade alogene e imponenti impianti di aerazione. Il tutto a costo zero perché si allaccia abusivamente alla rete elettrica dell’Enel (circa 350.000 Kwh per un valore di 105.000 euro). 

Ma il suo piano ben progettato è andato in fumo quando, nei giorni scorsi, le Fiamme Gialle della Compagnia di Susa hanno bussato alla sua porta e scoperto la coltivazione di 84 piante, ritrovato 189 gr. di marijuana, 9 gr di cocaina, 938 gr. di sostanza da taglio, 1910 semi di marijuana, 175 euro in contanti, 3 telefoni cellulari, 15 lampade alogene, 14 trasformatori di corrente, 1 ventilatore, 2 bilancini di precisione.

Il “bottino” è stato sequestrato dai Finanzieri della Compagnia di Susa e l’elettricista accompagnato presso la Casa Circondariale de “Le Vallette” a disposizione della Procura della Repubblica di Torino che ha convalidato gli atti. E’ accusato di produzione, detenzione e spaccio di stupefacenti, nonché furto aggravato di energia elettrica. L’uomo ora rischia fino a vent’anni di carcere. 


Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Allegati

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bambini investiti da un’auto: 3 finiscono in ospedale

  • Scontro fra quattro auto lungo la provinciale: 24enne denunciato per guida in stato di ebbrezza

  • Giovane si toglie la vita sparandosi un colpo di pistola

  • Tempo libero, cosa fare a Torino e dintorni sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Dal Torinese, il denaro veniva "ripulito" dopo un giro per il mondo: fratelli imprenditori nei guai

  • Nel garage nascosta la merce del noto supermercato: un denunciato

Torna su
TorinoToday è in caricamento