Via Cuneo: scoperta la “centrale operativa dello spaccio”, tre persone arrestate

I carabinieri vi hanno fatto irruzione dopo aver chiuso acqua, energia elettrica e gas. Gli spacciatori avevano a disposizione 20 telefoni cellulari per ricevere le richieste 

Una vera e propria “centrale operativa”, quella messa in piedi da tre malviventi africani arrestati sabato scorso dai carabinieri, con l’accusa di spaccio di droga.

Gli spacciatori, tutti tra i 19 e i 21 anni, operavano in uno stabile situato al civico 3 di via Cuneo, a Torino, aperto sette giorni su sette e la cui porta d’ingresso era protetta da una blindatura. Le consegne di cocaina avvenivano in strada – ai tossici era infatti vietato l’ingresso – su appuntamento telefonico, dalle 20 alle 5 del mattino.

I militari sono riusciti a individuarlo dopo aver pedinato alcuni tossicodipendenti di Leinì. Dopodiché, per costringere gli occupanti a uscire è stato necessario chiudere gas, acqua ed energia elettrica.

L’irruzione è scattata una volta aperta la porta. Sequestrate decine di dosi di cocaina, 2330 euro in contanti, 20 telefoni cellulari – utilizzati per ricevere le richieste – 5 tablet e 6 computer portatili, questi ultimi ricevuti in cambio della droga.

Tra le persone coinvolte anche un minorenne, un 14enne senegalese, che è stato denunciato per spaccio.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo una giornata di sciopero: possibili disagi

  • Si lancia dal settimo piano del palazzo: morto

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Suv si schianta contro un muretto: dopo gli accertamenti scatta il sequestro del veicolo  

Torna su
TorinoToday è in caricamento