Germi nel laghetti della Pellerina, scatta il divieto assoluto di entrare in acqua

I controlli dell'Asl e dell'istituto zooprofilattico su un campione di tartarughe, risultate positive alla leptospirosi

"Non fate il bagno nei due laghetti e nello stagno naturale della Pellerina, tenete i cani al guinzaglio, non gettate avanzi di cibo sulle sponde degli specchi d’acqua e, soprattutto, non abbandonate animali". Arrivano dall’assessorato all’Ambiente della Città di Torino e dal Servizio Veterinario di Sanità Animale dell’Azienda Sanitaria To1 i divieti e gli obblichi da rispettare per i cittadini che si recano ogni giorno al parco. Il motivo? ragioni igieniche e di salute.

Nei laghetti e nello stagno, in seguito ai risultati delle analisi effettuate dal Centro di Referenza Regionale Animali Esotici dell’Istituto Zooprofilattico di Torino e dal Centro Animali non Convenzionali del Dipartimento di Scienze Veterinarie dell’Università degli Studi di Torino, è stata infatti riscontrata, su un campione di tartarughe, la presenza di germi trasmissibili attraverso il contatto con le acque.Tradotto in leptospirosi, malattia che deriva dai ratti.

Da qui la scelta, in via precauzionale, di invitare le persone ad evitare di bagnarsi, di non lasciare liberi i cani per impedire che si immergano in acqua, di non buttare cibo vicino alle sponde in modo da non richiamare animali, e, come detto, a rispettare l’articolo 10 del Regolamento comunale sulla “Tutela e il benessere degli animali in città”, che vieta espressamente di abbandonarne “qualsiasi tipo, sia domestico sia selvatico, sia appartenente alla fauna autoctona che esotica, in qualunque parte del territorio comunale, compresi giardini, parchi e qualsiasi tipologia di corpo idrico”.

La leptospirosi può essere trasmessa sia all'uomo, attraverso micro-ferite, sia al cane, tramite i polpastrelli. Il batterio, nell'essere umano, può arrivare ad aggredire rene e fegato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • La folle corsa di due carri-attrezzi a 120 km/h: patenti ritirate ai conducenti, multe per 2.700 euro

  • Omicidio-suicidio nella villetta: marito uccide la moglie con un colpo di balestra e poi si toglie la vita

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Emergenza smog: continua lo stop a tutti i veicoli diesel fino agli Euro 5

  • Ragazza investita dal treno, morta: è stato un incidente. Circolazione ferroviaria bloccata

Torna su
TorinoToday è in caricamento