I vertici Atc diventano spazzini: pulizia alle popolari di via Cravero

Mancano i soldi per le case popolari: il presidente Elvi Rossi, il vicepresidente Luigi Piccolo e la direzione Atc hanno pulito la fontana e il giardino delle case di via Cravero

Gli inquilini delle case popolari di via Cravero, questa mattina, hanno assistito ad uno spettacolo a dir poco insolito. Ramazze e sacchetti neri alla mano, la direzione dell’Atc ha ripulito i giardini e la fontana al centro del cortile, restituendo ai residenti un cortile ben tenuto e una fontana funzionante. Il presidente Elvi Rossi, assieme al vicepresidente Luigi Piccolo, ai consiglieri Diego Calabrese e Andrea Parvopasso, al direttore generale Marco Buronzo, oltre ad altri dirigenti e funzionari hanno risposto in questo modo alle lamentele dei cittadini, che da tempo non potevano sfruttare né il giardino né la fontana. Un gesto simbolico, per sottolineare la carenza di fondi per la manutenzione delle popolari.

La vasca era piena di rifiuti, mentre il giardino era deturpato dai vandali. “Queste case sono anche vostre e dovete averne cura. Molti di voi già lo fanno, anche rimboccandosi le maniche e ripulendo dove altri hanno sporcato, come abbiamo fatto noi oggi”, ha detto il presidente Rossi.

“Questo posto era ridotto in pessime condizioni – commentava Piera, un’inquilina – e continua in parte ad esserlo, perché le case cadono a pezzi. Io non riesco nemmeno ad aprire la finestra, perché cedono gli infissi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per via Cravero, però, il restauro è appena iniziato: in queste palazzine, residenza di 294 famiglie, hanno infatti preso il via i lavori dei Programmi Operativi Regionali, realizzati con fondi europei: opera che prevede la sostituzione dei serramenti, la cappottatura delle facciate, il rifacimento dei sottotetti nonché l’allacciamento alla rete del teleriscaldamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Piemonte riaperto da mercoledì in entrata e uscita, stop all'obbligo di mascherine all'aperto

  • Tragedia lungo la statale: scooter e moto si scontrano, morte due persone

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Allarme in casa: bambino di 10 anni gravemente ustionato mentre fa un esperimento per la scuola

  • Si scontrano due auto all'incrocio: morta una donna e ferita sua figlia

Torna su
TorinoToday è in caricamento