Chiomonte, razzi e bombe carta contro le forze dell’ordine: 40 denunciati

Tra loro anche il capo di Askatasuna

Sono in tutto una quarantina gli antagonisti che verranno denunciati dalla questura di Torino. Ieri sera, venerdì 7 settembre, nei pressi del cantiere di Chiomonte, 80 manifestanti, approfittando dell’oscurità, hanno inscenato una protesta in luogo non consentito allo scopo di superare le barriere appositamente predisposte, dando fuoco a materiale infiammabile. Per alcuni minuti inoltre, hanno lanciato verso le forze dell’ordine presenti sul posto e in prossimità delle barriere stesse, oggetti contundenti, artifizi pirotecnici, razzi e bombe carta. Ma agenti della polizia e carabinieri impiegati nell'ambito del servizio, per disperdere i facinorosi, hanno fatto efficacemente ricorso all'uso dell'idranti e al lancio di alcuni lacrimogeni.

Degli 80 che hanno partecipato alla manifestazione, tutti appartenenti all'area antagonista e provenienti, oltre che da Torino, da diverse parti d'Italia, 40 manifestanti sono stati identificati dalla Digos e verranno deferiti per diversi reati: accensione pericolosa, lancio di artifizi pirotecnici ed esplodenti, danneggiamento nonchè per inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità. Tra loro anche il capo di Askatasuna più volte denunciato per reati analoghi e colpito da avviso del Questore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Scontro frontale sul rettilineo: auto distrutte, morti entrambi i conducenti

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento