L'Atc reclama l'ordine nelle popolari. Saranno i residenti modello a cacciare gli incivili

La palazzina di edilizia popolare di via Aosta 31, in passato terrà di conquista per blatte e topi, verrà ripulita dai cittadini. "Una grande vittoria" secondo l'Atc

Una spallata all’inciviltà che regna sovrana nelle case popolari del torinese. Niente più chiamate alle forze dell’ordine ma patti chiari e semplici. Basterà la volontà di inquilini corretti e rispettosi verso il prossimo a tenere a bada i soliti noti? È quello che spera l’Atc che ha improntato per una palazzina di edilizia popolare di via Aosta 31/f il perfetto vademecum.

Il degrado palese presente nelle cantine, nelle aree verdi e nei vani ascensori – nel recente passato terra di conquista per blatte e topi – verrà risolta grazie all’intervento di un gruppo di residenti che hanno deciso di uscire allo scoperto per pulire e ristabilire l’ordine nel palazzo Atc dove delinquenza e maleducazione sembravano essere all’ordine del giorno.

Un’iniziativa portata avanti dall’Atc con in prima linea il presidente Elvi Rossi che ha effettuato un sopralluogo nel borgo Aurora per applaudire i residenti che decidono di non sottostare alla legge degli incivili. “I residenti di via Aosta dimostrano che non è vero che nelle case popolari regnano incuria e degrado – spiega Rossi -. Al contrario vivono persone per bene che hanno a cuore l’ambiente in cui vivono e che si danno da fare per riportare il decoro laddove qualche incivile insudicia. Senza l’aiuto prezioso di queste persone i nostri sforzi sarebbero vani”.

Atc, infatti, deve spesso combattere con l’incuria e la maleducazione di quelle persone che abbandonano vecchi mobili o materassi nelle aree ad uso comune oppure non conferiscono correttamente la spazzatura nella raccolta differenziata lasciandola fuori dai bidoni. Per non parlare di coloro che rompono maniglie, vetri, pulsantiere di ascensori o che non si fanno problemi ad imbrattare i muri.

“I fruitori delle case Atc devono ritenersi fortunati in quanto il Comune gli ha assegnato alloggi con affitti super agevolati – denuncia la consigliera di FdI della circoscrizione Sette Patrizia Alessi -. Forse ci vorrebbero più regole da fare rispettare e più controlli. Deve passare il segnale che ci sono i diritti ma anche i doveri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • "Da domani la strada sarà piena di veleno per i vostri cani" e i residenti insorgono sul web

  • Doppia scossa di terremoto a mezz'ora l'una dall'altra: avvertite dalla popolazione

  • Scontro violento fra auto: i vigili del fuoco estraggono due ragazze dalle lamiere

  • Velocità rilevata con autovelox e telelaser: le vie interessate dai possibili controlli

  • Emergenza smog, tornano le limitazioni strutturali dopo la giornata di sciopero

Torna su
TorinoToday è in caricamento