Area gioco impraticabile, i residenti: "La pavimentazione è pericolosa"

A segnalare il problema l'associazione Giustizia & Sicurezza

L'area giochi all'interno 293 di via Pietro Cossa ha bisogna seriamente di una sistemata. I residenti nel quartiere si lamentano in particolare delle condizioni della pavimentazione anti scivolo che ormai si presenta rovinata e soprattutto sollevata da terra in molteplici punti, mettendo così a rischio la stabilità dei piccoli frequentatori dell'area e di chi li accompagna.

Completamente danneggiata risulta essere anche un'attrezzatura ludica che necessiterebbe di essere sostituita. A segnalare il problema l'associazione “Giustizia & Sicurezza”, realtà che conta che conta un migliaio di simpatizzanti sul territorio e che è attento ai problemi nella Circoscrizione 5, lamentando spesso "un inaccettabile incremento di disservizi ai cittadini". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Chiediamo urgentemente, all’amministrazione Appendino - affermano Paolo Biccari e Marco Paganelli, fondatori responsabili dell'associazione - , la messa in sicurezza dell'area e di tante altre, già segnalate, in condizioni simili. Centinaia di genitori hanno  diritto infatti a consentire ai propri figli di divertirsi, ogni giorno, negli spazi pubblici senza alcun timore”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Pane, olio e altri beni primari con i prezzi gonfiati del 200%: denunciato titolare

  • Coronavirus, Università di Torino: "La carenza di vitamina D può aumentare i rischi di contagio"

  • Stanotte torna l'ora legale, lancette in avanti: "Un mix critico col Coronavirus"

  • Il virus si è portato via Franco il Baffo: la cittadina in lacrime per lo storico vigile, politico e sportivo

  • Coronavirus, nuova stretta della Regione: chiusi uffici pubblici e studi professionali fino al 3 aprile

Torna su
TorinoToday è in caricamento