Curò un paziente con il metodo Hamer, indagata dottoressa per omicidio colposo

La dottoressa aveva convinto la paziente, in seguito deceduta a 53 anni, a sottoporsi ad alcune cure con il metodo del medico tedesco Ryke Gerd Hamer

Ipotesi di omicidio colposo. Si è conclusa nelle scorse ore l'indagine avviata dalla Procura di Torino su una dottoressa di base di Torino che aveva curato con consigli psicologici e rimedi omeopatici il melanoma di una sua paziente, morta nel settembre 2014 a 53 anni.

La dottoressa aveva convinto la paziente, in seguito deceduta, a sottoporsi ad alcune cure con il metodo del medico tedesco Ryke Gerd Hamer. Le indagini sono state chiuse un mese fa dal pm Stefano Demontis e a giorni potrebbe arrivare la richiesta di rinvio a giudizio.

L'indagata, è questa l'ipotesi formulata dall'accusa, non poteva non sapere dell'evoluzione negativa che la terapia proposta avrebbe avuto. Al medico, difeso dall'avvocato Nicola Ciafardo, è stata contestata l'aggravante della colpa con previsione. Un procedimento contro l'indagata è stato aperto anche dall'ordine dei medici ha aperto.

Potrebbe interessarti

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • Pancia gonfia, cause e rimedi per combatterla

  • I pericoli in mare e in piscina: l’acqua alta e la congestione

  • Peperoncino: tutti i rimedi al bruciore

I più letti della settimana

  • Ragazza arriva in ospedale per un trapianto di cuore, ma i medici salvano il suo

  • Tragedia nel condominio: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Scontro frontale tra moto e auto: due centauri sbalzati via per diversi metri, sono gravi

  • Marito uccide la moglie con una lima da modellismo, dopo qualche ora si costituisce

  • Rimane appesa alla ringhiera del balcone poi cade nel vuoto: ragazza in gravi condizioni

  • Viene travolta da un'auto mentre attraversa la strada: è grave in ospedale

Torna su
TorinoToday è in caricamento