Cuorgné, cadavere mummificato ritrovato all'interno di un appartamento

Si tratta dei resti di Giancarlo Formento, un settantenne che abitava nell'alloggio e che da qualche giorno non si vedeva più in giro. A dare l'allarme i vicini di casa

E' una scena agghiacciante quella che si sono trovati davanti oggi i Vigili del Fuoco a Cuorgné. Nel primo pomeriggio infatti, facendo irruzione in un appartamento di via Perucchetti, la squadra ha trovato sul letto i resti mummificati di un uomo. Si tratta di Giancarlo Formento, un settantenne che abitava nell'alloggio e che da un po' di tempo non si vedeva più in giro.

Sono stati i vicini di casa dell'uomo, allertati dal forte odore che proveniva dalla sua abitazione, a dare l'allarme, pensando che si trovasse in pericolo. La morte dell'anziano, secondo le prime indagini, risalirebbe a qualche settimana fa e il cadavere è apparso "saponificato", nonostante l'avanzato stato di decomposizione.

L'uomo era conosciuto a Cuorgné, dove viveva da due anni, poiché l'amministrazione, nel 2014 aveva tentato di aiutarlo con qualche contributo. Aiuto economico che però l'uomo, ex muratore, aveva rifiutato. Noto per il suo carattere schivo, era comunque ben voluto dal vicinato. Sarà l'autopsia, nelle prossime ore, a chiarire le cause e la data esatta del decesso. Ad indagare sull'accaduto i Carabinieri di Cuorgnè.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus a Torino e in Piemonte, scuole chiuse e tende da campo davanti agli ospedali

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Moto trovata in un fosso a bordo strada: centauro morto nonostante i soccorsi

  • Perde il controllo dell'auto che invade la corsia opposta: scontro frontale, ragazzo grave in ospedale

Torna su
TorinoToday è in caricamento