Gettano nel cassonetto tre cuccioli partoriti dalla loro cagnetta: denunciati madre e figlio

Uno dei piccoli è morto

immagine di repertorio

Due italiani madre e figlio, lei di 83 anni e lui di 51, sono stati denunciati dalla polizia locale di Bruino per maltrattamenti di animali dopo che si sono disfatti dei tre cuccioli partoriti dalla loro cagnetta gettandoli vivi in un cassonetto della raccolta differenziata.

I piccoli sono stati trovati dai dipendenti del Covar14, la società che si occupa del ciclo dei rifiuti nella zona, in via delle Betulle. Uno di loro è morto poco dopo l'arrivo dai veterinari della Croce Blu di Piossasco, gli altri due se la caveranno. 

I due, che abitano in una casa vicino ai cassonetti, sono stati identificati in giornata dalla polizia locale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Si lancia dal settimo piano del palazzo: morto

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo una giornata di sciopero: possibili disagi

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Suv si schianta contro un muretto: dopo gli accertamenti scatta il sequestro del veicolo  

Torna su
TorinoToday è in caricamento