Morì nel crollo di una palazzina, in Italia le ceneri di Alessandro Locatelli

Locatelli era molto noto in Valsangone anche perchè figlio di un imprenditore edile di Giaveno

Il crollo di una palazzina di quattro piani avvenuto in uno stabilimento balneare ad Arona, sull’isola di Tenerife, arcipelago della Canarie, è costato la vita ad un torinese. Alessandro Locatelli, nato a Torino nel 1962 e residente in Spagna, è morto sotto le macerie.

Le ceneri di Locatelli sono tornate in Italia solo oggi. L’urna cineraria è stata benedetta dal sacerdote di Sangano, e sarà poi sepolta nella tomba di famiglia vicino alla madre dell’uomo mancata anni fa.

Estratto dalle macerie nella notte tra venerdì 15 e sabato 16 aprile, Locatelli era molto noto in Valsangone anche perchè figlio di un imprenditore edile di Giaveno. Da anni divideva la sua vita tra il Piemonte e le isole dell’Atlantico.

La palazzina, che si trovava in calle Amalia Alayon, vicino all'antico porto di pescatori in località Los Cristianos, ha ceduto portandosi via numerose persone. E lasciando un vuoto incolmabile. Nel crollo sono morte 7 persone.

Potrebbe interessarti

  • Scarafaggi in casa? Ecco come allontanarli

  • Come vestirsi ad un matrimonio estivo? Tutti i consigli, dall'abito agli accessori

  • Auto sui binari del tram

  • Festival musicali: la guida ai concerti dell'estate 2019 a Torino e in Piemonte

I più letti della settimana

  • Si toglie la vita gettandosi dal balcone: muore un uomo

  • Si toglie la vita con un colpo di pistola: aveva solo 30 anni

  • Scontro tra auto e moto sul rettilineo: morto giovane centauro

  • Violenta grandinata in tutta l'area metropolitana: chicchi di diversi centimetri

  • Addio a Max e alla sua passione per i motori, il ricordo degli amici

  • Due torinesi muoiono in un incidente negli Stati Uniti: investiti da un tir dopo la caduta in moto

Torna su
TorinoToday è in caricamento